Il Tribunale fa dietrofront: restituiti beni a Montante :ilSicilia.it
Caltanissetta

la decisione del Riesame di Caltanissetta

Il Tribunale fa dietrofront: restituiti beni a Montante

12 Dicembre 2019

Dissequestrati i beni appartenenti ad Antonello Montante, condannato lo scorso maggio, con il rito abbreviato, a 14 anni di reclusione per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione. Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale del Riesame di Caltanissetta su richiesta dei legali dell’ex leader di Confindustria, Giuseppe Panepinto e Carlo Taormina.

Si tratta di beni per 68 mila euro e due immobili situati a Caltanissetta e a Serradifalco.

Il provvedimento di sequestro conservativo era stato emesso, su istanza di alcune parti civili, dal giudice dell’udienza preliminare che ha condannato l’imprenditore nisseno.

 

 

 

LEGGI ANCHE:

Le due donne di Montante: Lo Bello, Brandara e la borsa piena di soldi

I discepoli di Montante ancora in sella al potere in Sicilia

Motivazione sentenza Montante: “Di mestiere faceva il ricattatore seriale”

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“C’è un Uomo Solo al Comando”

Atteso quanto diceva il buon Bracardi quando asseriva che “l’uomo è una bestia”, nella sua bestialità questi sbaglia sempre allo stesso modo, pertanto, la memoria non deve essere soltanto rancorosa, ma deve servire per capire e andare avanti per non commettere gli stessi errori. Il perdono è un'altra cosa.