Immigrazione, Mineo (FI): "Necessaria una nuova politica europea" :ilSicilia.it

le dichiarazioni del commissario provinciale di Forza Italia

Immigrazione, Mineo (FI): “Necessaria una nuova politica europea”

10 Agosto 2019

Ancora una drammatica storia di immigrazione a Lampedusa dove l’attenzione è catturata in queste ore dalla presenza della Open Arms e del suo illustre passeggero Richard Gere venuto a supportare la loro attività.

Il commissario provinciale di Forza Italia, Andrea Mineo, presente alla conferenza stampa in rappresentanza del partito, ritiene ormai indifferibile “una nuova politica europea sul tema dell’immigrazione” e rilancia le politiche di centrodestra – già sperimentate ai tempi dei governi Berlusconi.

Il dovere di ineluttabile umanità nei confronti dei migranti – afferma Andrea Mineo – non è in discussione e del resto il popolo siciliano da sempre ha dimostrato di essere votato all’accoglienza. Il problema però va affrontato in modo organico e non soltanto affrontando un’emergenza dopo l’altra. Non è il momento delle inutili polemiche, a volte strumentalizzate contro l’Italia, ma quello di costruire una soluzione di grande respiro europeo che non può non coinvolgere tutti i Governi dell’Unione”.

Tutto ciò – prosegue Mineo – può avvenire con un serio governo di centrodestra, del quale Forza Italia è partner essenziale, rilanciando le tematiche risolutive che caratterizzarono il programma dei governi italiani guidati da Silvio Berlusconi, prevedendo anche un’attività diplomatica che coinvolga gli stati del Nord Africa e che preveda un piano di investimenti per incentivare chi emigra a costruire un futuro nella propria terra. Lampedusa ancora una volta si conferma straordinaria porta d’Europa ma non è pensabile che l’Italia sia l’unico paese che si sobbarca una piaga così grande come quella dell’immigrazione”.

 

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.