Immondizia: guasto alla discarica di Bellolampo e la raccolta va in tilt :ilSicilia.it
Palermo

Disagi a Palermo e appello del primo cittadino

Immondizia: guasto a Bellolampo e la raccolta va in tilt

di
3 Aprile 2018

“A causa di un grave danneggiamento del nastro trasportatore della linea 1 e 2 dell’impianto Tmb di Bellolampo che alimenta l’apri-sacco ed il sistema di trascinamento dei rifiuti, l’azienda informa che si verificheranno nelle prossime ore rallentamenti sulle attività di svuotamento dei cassonetti di indifferenziato. Fra le concause del danneggiamento anche la presenza di rifiuti speciali nei cassonetti, non smaltiti correttamente dai cittadini”.

Lo rende noto la Rap, società che gestisce il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti a Palermo.

E’ stata già contattata, con procedura di urgenza – aggiunge la Rap -, la ditta costruttrice per la fornitura dei ricambi nonche’ allertata la ditta di manutenzione per l’esecuzione delle riparazioni. Tenuto conto della entità del danno e della peculiarità degli interventi di riparazione che prevedono non meno di 5 giorni dall’inizio dei lavori, l’azienda per non interrompere la ricezione dei rifiuti della città di Palermo e Ustica e minimizzare i disagi, per quanto possibile, ha gia’ attivato l’impianto autorizzato mobile di tritovagliatura. Lo stesso però non riesce a trattare piu’ di 600 tonnellate giornaliere di rifiuti, non bastevoli per il picco di 1000/ 1200 tonnellate prodotte in questi giorni dalla citta’ e quindi con gli inevitabili rallentamenti sul servizio di raccolta“.

Il sindaco Leoluca Orlando, alla luce di quanto accaduto, lancia un appello ai cittadini “perche’ in queste ore è necessario come non mai dimostrare senso di civiltà e procedere quindi ad una corretta differenziazione dei rifiuti. Aumentare la differenziata permetterà di ridurre la quantità di rifiuti da inviare a Bellolampo e ridurrà drasticamente i disagi per la città”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.