Imprese: Turano, riforma Irsap e Zes fondamentali :ilSicilia.it
Ragusa

Tavolo di confronto alla Colacem di Ragusa

Imprese: Turano, riforma Irsap e Zes fondamentali

di
4 Giugno 2021

Riforma dell’Irsap e riqualificazione delle aree industriali per spingere gli investimenti sulle Zes. È quanto emerso nel corso del tavolo di confronto di nello stabilimento industriale della Colacem di Ragusa, a cui hanno partecipato Mimmo Turano, assessore regionale delle Attività Produttive, Giovanni Perino, commissario dell’Irsap, Gaetano Collura, direttore generale dell’Irsap, e Orazio Ragusa, presidente della terza commissione all’Ars.

Il Polo di Ragusa riqualificato è un importante strumento di attrazione per nuovi investimenti. L’area industriale, che si estende da Modica-Pozzallo a Vittoria, da Santa Croce Camerina a Chiaramonte Gulfi, costituisce un polo di eccellenza, che gode di un ottimo stato di salute anche sul piano della liquidazione dell’ex Asi, un esempio per le altre aree, ma che non può prescindere comunque dalla riforma dell’Irsap – ha detto l’assessore Turano – La nuova legge attende il voto finale della Commissione e sarà pronta per andare in aula: una riforma di 10 articoli necessaria per rendere l’istituto una società in house, lavorare più agevolmente sulle Zes, con tutti i benefici che determinano, e semplificare il lavoro degli imprenditori. Obiettivo del governo Musumeci è rendere funzionali e attrattive le aree industriali in termini di servizi e infrastrutture, per agevolare gli investimenti, tenuto conto che esiste anche un’ampia area Zes di circa 350 ettari ricadente fra Ragusa e Pozzallo”.

regione“In commissione stiamo lavorando alla riforma Irsap con lo spirito del rinnovamento e della ripartenza per l’area industriale ragusana e per tutte le altre aree. L’infrastrutturazione e le Zes saranno fondamentali per rilanciare il territorio della provincia”, ha detto Orazio Ragusa.

“Opere di riqualificazione per circa 9 milioni di euro interessano l’area industriale di Ragusa, programmate dalla Regione e realizzate dall’Irsap con i fondi del ‘Patto per la Sicilia’ ed ex Insicem – ha detto il commissario ad acta Irsap, Giovanni Perino – A queste risorse vanno aggiunti 2,1 milioni di euro per la realizzazione di nuove infrastrutture di urbanizzazione per la costituzione del terzo polo industriale a Chiaramonte Gulfi, un’area di circa 100 mila metri quadrati comprendenti strade, reti idriche e fognarie e 73 mila metri quadrati di lotti da assegnare a imprese richiedenti”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

L’epoca dell’ansia

Accusano i giovani di non buttarsi e di aver sempre più paura: siamo sicuri che sia soltanto colpa loro? Non sempre, infatti, le cose sono come sembrano...

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Dagli sceneggiati alle serie TV

Mi sono avvicinato alla serialità televisiva negli anni 70, quando esisteva solo la Rai che trasmetteva con grande successo di ascolti, quelli che a quei tempi venivano chiamati sceneggiati tv
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin