In fuga dalla Sicilia per studiare: l'Isola è prima in Italia per "emigrazione intellettuale" :ilSicilia.it

Sempre di più i giovani che lasciano la nostra terra

In fuga dalla Sicilia per studiare: l’Isola è prima in Italia per “emigrazione intellettuale”

13 Aprile 2019

Agli ultimi posti nella percentuale di laureati. Su 450 regioni censite in Europa (dati Eurostat) la Sicilia si classifica 448esima, davanti solo a due regioni della Romania.

Vanta, invece, il non invidiabile primato nella classifica dell’emigrazione intellettuale: la percentuale di giovani che lascia la regione per studiare altrove è la più alta d’Italia e riguarda quasi un siciliano su tre: esattamente il 28%.

Se le statistiche fanno dell’Isola il fanalino di coda per numero di laureati, l’Isola vanta, invece, l’istituto secondario con il più alto numero di studenti partecipanti al progetto di alternanza-scuola lavoro: oltre 130 all’Istituto tecnico industriale Vittorio Emanuele III di Palermo. Un record indice di una scelta precisa: in una regione dove le grandi aziende sono poche, il mondo scolastico deve essere molto più intraprendente per assicurare ai propri giovani la formazione e le esperienze necessarie per trovare un impiego futuro.

Restano gli altri dati, quelli che fanno della Sicilia il fanalino di coda per laureati e che danno l’isola in testa nella classifica delle regioni a più alto tasso di emigrazione intellettuale. Dato quest’ultimo che conferma come siano sempre di più i giovani in fuga dalla Sicilia per poter completare i propri studi. E purtroppo, da quel che emerge molti di questi ragazzi non rientrano più.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.