In maschera e valigetta ad attendere il tram, scatta l'allarme terrorismo :ilSicilia.it
Palermo

Psicosi in città, giovane denunciato per "esperimento social"

In maschera e valigetta ad attendere il tram, scatta l’allarme terrorismo

di
20 Gennaio 2017

È psicosi terrorismo a Palermo. Era seduto stamattina ad attendere il tram in una fermata di via Notarbartolo, con addosso una maschera e una valigetta tra le gambe. I carabinieri del nucleo antiterrorismo (“Api”) sono arrivati in pochissimi minuti e hanno bloccato il giovane, (S.C. le iniziali) di 26 anni.

carabinieri antiterrorismo api
Un nucleo “Api” dei carabinieri

Dopo decine di segnalazioni e chiamate al 112, è scattato l’intervento delle forze dell’ordine sul “sospetto”. I militari hanno chiesto al ragazzo più volte di togliere la maschera. Poi sono arrivate due ragazze che hanno raccontato che “stavano facendo un esperimento sociale da caricare su Youtube”. I carabinieri hanno portato allora il ragazzo in caserma e dopo averlo ascoltato lo hanno denunciato. La valigetta e la maschera sono stati sequestrati.

Una scena che ricorda il panico in via Roma, dell’aprile 2015, quando un gruppo di ragazzi con pistole e divise da SoftAir erano stati scambiati per terroristi.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin