In mostra all'Arsenale "Touroperator" di Massimo Sansavini: diario di vite dal mare di Sicilia [Gallery] :ilSicilia.it
Palermo

L'esposizione nell'ambito del festival delle letterature migranti

In mostra all’Arsenale “Touroperator” di Massimo Sansavini: diario di vite dal mare di Sicilia [Gallery]

di
3 Ottobre 2017

Dal 4 al 12 ottobre il Festival delle Letterature Migranti ospiterà la mostra itinerante Touroperator che attraverso le opere di Massimo Sansavini, realizzate con il legno degli scafi delle barche dei migranti,racconta il dramma delle migrazioni del XXI secolo.

Sansavini è l’unico artista ad aver ottenuto l’autorizzazione dal Tribunale di Agrigento ad accedere al cimitero delle barche di Lampedusa, nell’ex-base americana Loran: qui accanto agli scafi, ormai abbandonati, sono rimasti molti degli oggetti personali che hanno accompagnato i viaggi della speranza attraverso il Mediterraneo. Il legno prelevato dalle imbarcazioni abbandonate è stato trasformato dall’artista in sculture che raccontano i singoli naufragi. A ricordarceli è il titolo dell’opera: la data in cui è avvenuto.

La mostra, curata da Daniela Brignone, ha ottenuto il patrocinio di Amnesty International con la seguente motivazione: “Ciò che resta dei naufragi e degli arrivi a Lampedusa, grazie all’interpretazione e alla trasformazione artistica, diventa in “Tour Operator” un potente strumento simbolico. Oggetti che rappresentano vite, per ricordarci, sempre, che dietro i numeri che sentiamo ovunque ogni giorno ci sono storie, speranze, persone”.

Circa 30 opere realizzate con il legno degli scafi dei migranti saranno esposte presso l’Arsenale Borbonico di Palermo, gestito dalla Sovrintendenza del Mare, Regione Sicilia. Esse saranno affiancate da fotografie scattate presso la stessa base, oltre a video e pannelli informativi. Saranno esposti, altresì, timoni, salvagente, suppellettili e oggetti personali reperiti negli scafi.

Il progetto nasce per raccontare le migrazioni, come progetto didattico per le scuole sul tema, per tessere relazioni con i migranti di seconda generazione.

La mostra è stata già ospitata presso i Musei San Domenico di Forlì, il Parlamento Europeo di Bruxelles e l’Assemblea Legislativa della Regione Emilia Romagna.

 

Massimo Sansavini è un artista forlivese. Ha all’attivo mostre in molti musei, in Italia e all’estero, tra cui il Museo Nazionale di Belle Arti a Rio de Janeiro, il MU.B.E di San Paolo, il Namoc in Cina, e poi in Germania ed in Finlandia, con i patrocini del Presidente della Repubblica, del Governo Italiano, oltre che del Mibact.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin