In Parlamento si chiede Commissione d'Inchiesta sulla A18: "Autostrada da terzo mondo" :ilSicilia.it

la senatrice Papatheu sollecita opere urgenti

In Parlamento si chiede Commissione d’Inchiesta sulla A18: “Autostrada da terzo mondo”

di
6 Febbraio 2019

Il Governo nazionale intervenga subito per mettere fine alla vergogna mortale dell’autostrada Messina-Catania. Anziché prendere in giro i siciliani con la Tav Catania-Palermo per tentare di raccattare qualche voto in più per le Europee, si disponga un piano immediato di interventi urgenti per rimediare ai gravi pericoli in atto su un’autostrada da terzo mondo”.

Lo afferma la senatrice Urania Papatheu (FI) sulla disastrosa situazione della A18 Messina-Catania che sta scatenando la protesta dei cittadini per la condizione di estrema pericolosità in cui versa il tracciato che attraversa il territorio del primo polo turistico siciliano.

Urania Papatheu
Urania Papatheu

Il caso A18 supera, dunque, i confini regionali e arriva in Parlamento, dove l’esponente siciliana di Forza Italia chiede l’istituzione di una Commissione d’Inchiesta per fare luce su questa drammatica ed inquietante vicenda” e sollecita “un piano straordinario per mettere in sicurezza la A18 senza ulteriori perdite di tempo”.

“Nella pochezza disarmante che questo Governo esprime – afferma Papatheu -, abbia almeno un sussulto di dignità e faccia la sua parte per dare supporto alla Giunta regionale, che sta cercando di rimediare agli eventi disastri ereditati dalla precedente Giunta siciliana. Bisogna tutelare e salvare gli utenti che ormai ogni giorno rischiano la vita tra centinaia di buche, interi tratti rattoppati in malo modo, doppi sensi di circolazione, illuminazione fatiscente e una frana a Letojanni che dal 2015 attende di essere rimossa. Si disponga, intanto, una Commissione d’inchiesta per accertare le responsabilità di questo scempio conclude Papatheu -. Questa vergogna non può più continuare”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.