In Sicilia accordo per Cassa Integrazione d’emergenza. Messina (Ugl): "Grande senso di responsabilità" :ilSicilia.it

In Sicilia accordo per Cassa Integrazione d’emergenza. Messina (Ugl): “Grande senso di responsabilità”

26 Marzo 2020

E’ stato sottoscritto l’accordo quadro con i criteri d’accesso alla cassa integrazione guadagni in deroga in Sicilia per  Emergenza COVID-19 fra la Regione Siciliana e le organizzazioni sindacali confederali e le associazioni datoriali. “Con grande senso di responsabilità abbiamo sottoscritto l’accordo quadro che mette in copertura una platea di oltre 200 mila lavoratori soggetti a sospensione o riduzione dell’attività produttiva a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid19 di molteplici settore compreso agricoli e pescatori”.

A dichiararlo è il Segretario regionale dell’Ugl Sicilia, Giuseppe Messina.

“Adesso la parola passa al dipartimento lavoro con i 9 centri per l’impiego della Sicilia per i decreti di concessione ed alo Inps per il pagamento. Abbiamo già chiesto tempi celeri e rapidi perché i numeri sono importanti e l’emergenza impone a tutti di fare la propria parte senza speculazioni o pessime prassi. Il ringraziamento dell’ Ugl va all’assessore Antonio Scavone e al neo dirigente generale Gianni Vindigni”.

“A nome Ugl – conclude Giuseppe Messina – ringraziamo l’assessore regionale al Lavoro Antonio Scavone, il dirigente generale del dipartimento Lavoro Gianni Vindigni, Davide Messina dell’Anpal Servizi e il direttore dell’Inps regionale Maria Sandra Petrotta per il grande supporto tecnico”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.