15 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.22

Sabato 13 ottobre

In Sicilia dodici punti vendita Coop Alleanza 3.0 aderiscono all’iniziativa “Dona la spesa” per le famiglie in difficoltà

10 Ottobre 2018

Coop Alleanza 3.0 con soci Coop volontari e le associazioni locali sarà impegnata sabato 13 ottobre nell’iniziativa “Dona la spesa” beni di prima necessità. In 318 negozi della Cooperativa, si terrà infatti il secondo appuntamento dell’anno – dopo quello di maggio – promosso da Coop Alleanza 3.0 finalizzato alla raccolta di beni di prima necessità per famiglie in stato di indigenza. Un’iniziativa capillare che si terrà in tutte le aree in cui opera la Cooperativa, dal Friuli-Venezia Giulia alla Sicilia.

L’iniziativa del 13 ottobre è organizzata con la rete di volontariato e le istituzioni locali, in collaborazione con 344 realtà su tutto il territorio, col sostegno dei soci volontari Coop per la parte di presidio e promozione.

dona-la-spesaIn Sicilia sono coinvolti 12 punti vendita. In provincia di Catania, al Katané di Gravina di Catania saranno operativi i volontari della Parrocchia Resurrezione di Librino; l’Opus Matris Verbi Dei cura la raccolta all’ipercoop Le Ginestre di Tremestieri Etneo; alle Zagare di San Giovanni La Punta l’iniziativa è gestita dall’associazione Soccorso e Fratellanza mentre i volontari del circolo Acli saranno presenti a Bronte. In provincia di Palermo l’associazione culturale San Giovanni Apostolo e la parrocchia Gesù Sacerdote si occuperanno della raccolta all’ipercoop La Torre; al Forum ci saranno la Caritas cittadina di Bagheria e l’associazione di volontariato Missione San Francesco; la Comunità di Sant’Egidio Sicilia Onlus sarà nel punto vendita di piazzetta Bagnasco; alla Coop Sperlinga spetterà alla onlus Gli Angeli della Notte raccogliere le donazioni; in via Di Marzo ci sarà l’associazione Kala Onlus, al viale del Fante la Parrocchia Santa Chiara. A Ragusa all’Ibleo sarà presente l’Associazione Volontari del Soccorso – Anpas, mentre all’ipercoop Corolla di Milazzo opera l’associazione Hermes.

Le donazioni andranno in favore di persone e famiglie in difficoltà, rimanendo all’interno della stessa comunità che partecipa alla raccolta.

I volontari Coop saranno contraddistinti da pettorine dedicate e si troveranno all’ingresso dei punti vendita per illustrare le modalità dell’iniziativa e sensibilizzando i clienti a compiere un’azione generosa e solidale. Si potranno destinare generi di prima necessità non deperibili: olio, tonno e legumi in scatola, farina e zucchero, biscotti e prodotti per la colazione, pasta e riso, alimenti a lunga conservazione, articoli per l’igiene della persona e della casa, e per l’infanzia.

Secondo le recenti stime Istat, in Italia le persone in condizioni di disagio e povertà sono in vorticoso aumento. Nel 2017 si stimavano in povertà assoluta 1 milione e 778 mila famiglie, il 6,9% delle famiglie residenti per un totale di 5 milioni e 58 mila individui (8,4% dell’intera popolazione). Valori in crescita rispetto al 2016 – 154 mila famiglie e 261 mila individui in più in un anno – ma il trend è in aumento dal 2005

Sarà cura delle associazioni di volontariato devolvere le derrate direttamente sul territorio alle persone che ne hanno bisogno. Sul sito www.coopalleanza3-0.it e nei punti vendita coinvolti saranno successivamente pubblicati i dati della raccolta che si inserisce nel solco dell’impegno di Coop Alleanza 3.0 a sostegno delle famiglie in difficoltà anche con azioni di condivisione e di solidarietà.

L’appuntamento del 13 ottobre segue quello dello scorso maggio in cui sono state raccolte 246 tonnellate di prodotti in beni di prima necessità.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.