19 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.56

La crisi Dem sempre più nera

In Sicilia il Pd ha un segretario, il segretario regionale non ha il Pd | VIDEO EDITORIALE

14 Dicembre 2018

Guarda il video in alto

Nel silenzio e nella notte, Davide Faraone è stato eletto dai suoi amici Segretario regionale del Partito Democratico. Rappresenterà un partito siciliano senza presente e senza programmi.

Nelle ultime settimane abbiamo sentito soltanto chi era a favore o contro qualcuno. Contro Renzi o contro Zingaretti, viva i Renziani o gli anti Renziani. Ed i programmi? Ed il riformismo di sinistra? Non pervenuti.

Faraone si ritrova un partito dilaniato dalle liti e dal renzismo che ha rottamato soltanto lo stesso Pd. Entrambe le proposte, certamente, non erano attrattive del consenso di una sinistra più che disinteressata.

Teresa Piccione sostenuta da ex parlamentari e da alcuni storici referenti della politica Ds e Margherita. Davide Faraone tra i suoi supporters ha ex democristiani e Sicilia Futura e addirittura raccoglie ampie simpatie da Forza Italia.

In questo tentativo di competizione per la segreteria regionale non abbiamo mai sentito una parvenza di programma per ricostruire il PD in Sicilia o tentare di riavvicinare gli elettori, sembra quasi il contrario.

E Adesso? Chi realmente crede ancora nei principi progressisti e riformisti, a mio avviso, ha una sola strada. Lasciate perdere questo presente popolato da nominati della sinistra , e ricominciate a parlare di politica e di territori. Ritornate tra la gente e parlate di bisogni e partecipazione. Costruitevi il futuro, in proprio farete sicuramente meglio di coloro che rappresentano questo presente.

 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I lupi si travestono da nonne innocue

Il termine pedofilia (dal greco pais, fanciullo, e philìa, amore) dovrebbe significare una predisposizione naturale dell'adulto verso il fanciullo. Attenzioni che, in apparenza, sembrano dettate da amore e dedizione, possono, in realtà, mascherare un'inquietante e distruttiva perversione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.