In Sicilia si formano esorcisti: l'incontro a Pergusa :ilSicilia.it
Enna

l'evento

In Sicilia si formano esorcisti: l’incontro a Pergusa

di
16 Febbraio 2022

Dal 9 al 12 Febbraio si è svolta a Pergusa la 17esima edizione dell’incontro di formazione degli esorcisti di Sicilia. 

L’incontro dal nome “In terra di Sicilia la destra del Signore ha fatto meraviglie di liberazione”, è un appuntamento organizzato dal Centro regionale “Giovanni Paolo II” che, per conto della Conferenza episcopale siciliana, e che si occupa della formazione degli esorcisti delle diciotto diocesi Isolane.

A capo dei lavori c’è fra Benigno Di Gesù e i partecipati di tutte le Chiese di Sicilia, hanno visto al centro della loro attenzione “Il diavolo e i suoi attacchi al matrimonio“, tema principale di approfondimento, ma anche titolo di un libro che uscirà a breve. “Si tratta senz’altro di un attacco che il diavolo sferra nei confronti della famiglia: si inserisce nei punti deboli delle coppie – ha detto fra Benigno – e li amplifica”.

Nel fatto che “la coppia è immagine di Dio“, che “guardando una coppia, un uomo e una donna uniti dal sacramento del matrimonio, è possibile contemplare il mistero trinitario” sta, per il frate a cui i vescovi di Sicilia hanno affidato la formazione degli esorcisti, il perché “il diavolo ha così in odio la famiglia”.

Nelle parole del frate possessioni e vessazioni e la testimonianza dell’opera grande del Signore nella liberazione delle vittime. Ma il suo dire è soprattutto un’occasione per riflessione sul sacramento del matrimonio e una sorta di catechesi destinata a chi è sposato e a chi intende farlo: a chi pensa di chiedere la consacrazione del proprio amore, fra Benigno avverte di essere certi e pronti di voler “rappresentare Dio all’altro”, “la sua misericordia” oppure “sarà meglio desistere”. A chi è già marito e moglie consiglia di “vivere in amicizia con il Signore Gesù“, con Lui presente all’interno della coppia e della famiglia, e il diavolo starà lontano.

Nel corso dell’Incontro di formazione sono stati affrontati anche altri temi: “Il maleficio nelle sue diverse forme” a cura di fra Benigno; “Il discernimento per una diagnosi differenziale” e “Le tecniche di controllo mentale nel mondo settario” di fra Mauro Billetta; “L’intervento di Maria SS. nella liberazione di Giulia, convinta di essere pazza, ma che risultò essere invece posseduta” di don Francesco Amante; “Tra un esorcismo digitale e il satanismo fai da te” di mons. Sebastiano Amenta; “Ho lottato nel buio. Dal buio sono emersa” di don Tonino Schifilliti.

Ad intervallare ogni giorno i momenti di formazione, confronto e studio, la preghiera comunitaria e la messa.

In diversi momenti, ai lavori di formazione degli esorcisti di Sicilia hanno preso parte anche: mons. Rosario Gisana, vescovo di Piazza Armerina, diocesi che ha ospitato l’incontro; mons. Cesare Di Pietro, vescovo ausiliare di Messina e delegato CESi per la Liturgia; mons. Salvatore Gristina, amministratore apostolico di Catania e Presidente della Conferenza episcopale siciliana.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro