In Sicilia siamo 'manciatari': settore alimentare in crescita del 11,3% :ilSicilia.it

Tutti i dati provincia per provincia

In Sicilia siamo ‘manciatari’: settore alimentare in crescita del 11,3%

21 Ottobre 2019

Più di un’impresa manifatturiera su dieci (-11,2%) ha chiuso i battenti in Sicilia nel periodo trascorso tra il 2010 e il 2019, mentre gode di ottima salute il settore alimentare, che nello stesso periodo fa registrare una crescita del 11,3%.

I dati diffusi da Anticimex, azienda specializzata nel pest management, raccontano come quest’ultimo settore in particolare faccia da traino al resto della produzione: nel secondo trimestre 2019 le imprese attive nell’industria alimentare nell’isola, infatti, risultano essere ben 7.468, pari al 27,4% sul totale industria della regione, percentuale più alta rispetto al resto dell’Italia.

Tra le province siciliane, quelle dove insiste il maggior numero di imprese impegnate nel settore alimentare, a fare da capofila è Palermo con 1641 imprese attive, seguita da Catania, con appena cinque imprese in meno. Seguono Messina con 967 (+0,5%), Trapani con 712 (+1,7%), Agrigento con 695 (+0,1%), Ragusa con 565 (+0,7%), Siracusa con 554 (+3,%), Caltanissetta con 443 (-0,4%) e Enna con 255 (+2%).

Aumenta l’attenzione delle aziende del settore sul tema della sicurezza alimentare e dell’igiene ambientale. Da gennaio a settembre 2019, infatti, le richieste di interventi contro la presenza dei topi e altri roditori sono aumentati del +69% rispetto allo stesso periodo del 2018. Un problema serio per le imprese perché questi animali, oltre a essere portatori di malattie, possono anche provocare perdite di quantità ingenti di prodotto, danni agli impianti e di reputazione.

In aumento esponenziale le richieste di intervento con l’impiego di nuove tecnologie (+163% rispetto allo stesso periodo del 2018), che permettono di ridurre l’utilizzo di prodotti chimici e al contempo di rispettare l’ambiente circostante. Sistemi sempre più “intelligenti” che prevedono il monitoraggio e il controllo elettronico dei roditori, 24 ore su 24 e sette giorni su sette, e in grado di comunicare dati sull’attività in tempo reale, permettendo quindi di avere la situazione sempre sotto controllo e di intervenire prima che possano provocare danni.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.