"In viaggio con Tomasi - Naxoslegge" inaugura il suo cammino culturale a Malta | ilSicilia.it :ilSicilia.it

l'incontro è in programma il 2 dicembre

“In viaggio con Tomasi – Naxoslegge” inaugura il suo cammino culturale a Malta

di
27 Novembre 2017

È il primo evento quello che si terrà sabato 2 Dicembre in sinergia tra Naxolegge e il Caffè Letterario Italiano Idea a Sliema nell’isola di Malta.

Un’intesa quasi immediata quella tra i rappresentanti delle due realtà che promuovono un pomeriggio dedicato a Tomasi di Lampedusa nel 60° anniversario dalla scomparsa dell’autore del Gattopardo.

L’incontro è in programma il 2 dicembre e comincerà alle 17 con i saluti di Carlo Morrone e Bianca Minniti (Caffè Letterario Idea) Si proseguirà con la presentazione del libro  Itinerari Siciliani. Topografia dell’anima sulle tracce di Tomasi di Lampedusa.  Il testo, pubblicato da Historica di Francesco Giubilei, a cura di Maria Antonietta Ferraloro, Dora Marchese e Fulvia Toscano, racconta i luoghi attraversati nel viaggio letterario con il supporto di suggestive fotografie in bianco e nero e il contributo di diversi autori, fra cui Alberto Samonà.

La giornata continuerà con l’inaugurazione della mostra dell’artista Alessandro La Motta che, ispirata al racconto lungo “Lighea” dell’ autore del celebre romanzo “Il Gattopardo”, fa anch’essa parte della sezione “In viaggio con Tomasi. “Lighea. Il mito e la sirena –  è una favola tragica e dolce, dove Tomasi, con un tratto “Shakespeariano”, racconta dell’amore tra un giovane grecista e Lighea, la giovanissima sirena “siciliana” incontrata al largo della costa di Punta Izzo ad Augusta.

Durante l’evento saranno presenti Marinella Fiume e Mariada Pansera tra le curatrici e le autrici del catalogo della mostra.

Interverranno inoltre Valentina M. Caudullo, Alessandro La Motta, Dora Marchese. Coordineranno i lavori: Mario Guglielminetti E Fulvia Toscano, direttore artistico di Naxoslegge.

L’esposizione degli elaborati continuerà anche domenica mattina 3 dicembre

È importante ricordare che Malta sta attraversando un periodo di grande spessore culturale nazionale ed internazionale in quanto Valletta sarà Capitale della Cultura per il 2018 e l’evidente voglia di collaborazione  tra diverse realtà culturali è il segnale di una notevole crescita sociale e artistica in un paese che ogni anno ospita decina di migliaia di italiani.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Il Gatto Obeso e le ZTL

Il gatto obeso e sazio non avrà mai stimoli a sforzarsi per andare a cercare i topi. Quindi non ho aspettative da “nuovi soldati”, sono siciliano e vivo a Palermo e dietro a nuovi volti mi farò la domanda più importante: “a cu appartieni?”
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.