Inaugurato il nuovo store "Porta di San Vito" [Video] :ilSicilia.it
Trapani

Il nuovo supermercato del gruppo Mio Mercato

Inaugurato il nuovo store “Porta di San Vito” [Video]

di
7 Giugno 2017

Inaugurato questa mattina a San Vito Lo Capo, in provincia di Trapani, il centro“Porta di San Vito”, il nuovo supermercato del gruppo Mio Mercato, catena siciliana della GDO con sede a Castellammare del Golfo.

Lo store, oltre a mantenere i tradizionali reparti market, da una parte si presenta come luogo di incontro, per trascorrere momenti di relax ed intrattenimento, dall’altra si contraddistingue per la varietà dei reparti, destinati ai consumatori, cittadini e turisti: la struttura, infatti, è fornita di un ampio bar, panificio, pasticceria, gelateria, una sala ristoro, spazio casalinghi, bricolage, barbecue e il settore ingrosso cash & carry.

A conferire singolarità al nuovo centro, non è tanto la serie di servizi offerti – del resto in parte ormai presenti nei più moderni e numerosi centri commerciali – bensì lo spirito di intraprendenza e lungimiranza dell’amministratore dell’azienda Giuseppe Blunda, che non esita a puntualizzare come il progetto sia nato per caso e sia stato portato avanti dalla voglia di mettersi in gioco per cercare di investire nella propria terra.

“Nella vita nasce tutto per caso, come la realizzazione di questo nuovo centro: una mattina ho saputo da alcuni amici che c’era qui un lotto di terreno in vendita e, non ci ho pensato due volte, mi sono subito messo in gioco per concretizzare l’idea.  – ha precisato Blunda – Il percorso burocratico è stato tortuoso, ma ne è valsa la pena. Questo nuovo supermercato completa certamente l’offerta di servizi per cittadini e turisti. La Sicilia – ha aggiunto – è una terra meravigliosa, con tante risorse da valorizzare e della grandi potenzialità, ma occorre esserne consapevoli“. 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.