16 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 10.36

la denuncia di Gianfranco Zanna

Incendi, Legambiente: “Fiamme a Morgantina, istituzioni assenti”

14 Agosto 2019

Ancora fuoco, ancora devastazioni al patrimonio naturalistico e archeologico della Sicilia. Stavolta è  toccato, per la terza volta in poco più di un mese, all’area archeologica di Morgantina e precisamente all’area di san Francesco Bisconti da cui provengono le testimonianze archeologiche più conosciute del sito e probabilmente anche la Dea“.

E’ quanto lamenta in una nota Gianfranco Zanna, presidente di Legambiente Sicilia, che aggiunge: “Sono anni che il sito é privo di manutenzione preventiva e sono anni che indichiamo agli assessori e ai presidenti di turno le possibili soluzioni alla piaga degli incendi estivi, la maggior parte purtroppo dolosi. Eppure si arriva in ritardo ogni anno o non si arriva proprio e incendi come quello di ieri, o quello che ha colpito qualche giorno fa l’area di Floristella, mettono in gioco il futuro della nostra memoria nell’assordante silenzio delle istituzioni. Legambiente Sicilia nell’esprimere lo sdegno per l’abbandono in cui versa la grande città siceliota, si schiera al fianco delle associazioni aidonesi che con coraggio e dedizione puntano il dito verso chi impunemente ferisce la propria terra“.

Chiamiamo però a rispondere di quanto accaduto la Regione Siciliana con il suo Presidente, oramai da troppo tempo Assessore ad interim per i Beni Culturali, ed a cascata gli organi preposti alla tutela ed alla gestione dei luoghi – prosegue Zanna -. Forse, prima di pensare a completare in fretta e furia il sistema dei parchi con forzature amministrative, accorpamenti in totale assenza di un serio progetto culturale, sarebbe stato utile individuare un sistema di gestione che possa veramente funzionare perché l’attuale modello difficilmente riuscirà a colmare lacune e mancanze di anni e a garantire tutela e fruizione“.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.