Incendio a Castellammare: 10 ettari di macchia mediterranea andati in fumo CLICCA PER LE FOTO :ilSicilia.it
Trapani

arriva l'ordinanza del sindaco

Incendio a Castellammare: 10 ettari di macchia mediterranea andati in fumo CLICCA PER LE FOTO

di
27 Giugno 2022

GUARDA LA GALLERY IN ALTO

In fase di bonifica l’incendio sviluppatosi oggi in territorio di Castellammare del Golfo, in contrada Ginisara, al confine con la zona “Aversa” alle pendici di monte Inici.

Per spegnere il rogo alimentato dal vento di scirocco che con le altissime temperature ha reso l’area irrespirabile, oltre alle attività da terra è stato necessario l’intervento di un elicottero per domare le fiamme dall’alto.

Circa 10 gli ettari di macchia mediterranea andati in fumo a causa delle alte fiamme che hanno lambito anche alcune abitazioni.

«È in ultimazione la bonifica dell’area di monte Inici, in contrada “Ginisra”, che è stata interessata da un pesante rogo ma oltre agli ettari di macchia mediterranea purtroppo bruciati, fortunatamente non ci sono stati danni a cose e persone –affermano il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore alla Protezione Civile e Ambiente e Antonio Senia-Ha funzionato bene il raccordo del Coc, centro operativo comunale e ringraziamo quanti si sono impegnati per ore per spegnere il difficile rogo: indispensabile l’intervento della Forestale e di un elicottero che ha domato le fiamme dall’alto, dei vigili del fuoco del distaccamento di Alcamo, dei Carabinieri, dell’ufficio tecnico comunale che ha utilizzato l’autobotte in disponibilità, dell’associazione di protezione civile Firescue e della Croce Rossa di Alcamo. Ancora un danno ambientale pesante ma che riusciamo a limitare grazie all’unità di crisi istituita».

L’ordinanza di pulizia terreni

Il sindaco Rizzo e l’assessore Senia invitano i cittadini a rispettare l’ordinanza in vigore per la prevenzione incendi che prevede l’obbligo di ripulire i terreni da sterpaglie ed erbacce. Inoltre dal 15 giugno al 30 settembre è vietato accendere fuochi e bruciare materiale erbaceo.

«Il problema incendi è prioritario per la sicurezza ed il controllo del territorio poiché ha gravi ricadute sul paesaggio, la sicurezza e la qualità della vita –affermano il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore alla Protezione Civile e Ambiente Antonio Senia-Anche in considerazione delle altissime temperature che perdureranno anche nei prossimi giorni, invitiamo ancora i cittadini che non l’abbiano ancora fatto a provvedere alla pulizia dei terreni come da ordinanza in vigore e ad estirpare sterpaglie e cespugli, nonché al taglio di siepi vive, di vegetazione e rami che si protendono sui cigli delle strade e alla rimozione di rifiuti e quant’altro possa essere veicolo di incendioInoltre ricordiamo che dal 15 giugno al 30 settembre su tutto il territorio comunale è vietato accendere fuochi di qualsiasi genere -concludono il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore alla Protezione Civile e Ambiente Antonio Senia-, usare apparecchi a fiamma libera o elettrici che producono faville, aprire o ripulire i viali parafuoco con l’uso del fuoco…»

In caso di violazione dell’ordinanza la sanzione amministrativa per ogni ettaro o sua frazione incendiata, varia da 51,65 a 258,23 euro.

L’ordinanza fa presente che “chiunque avvisti un incendio è obbligato a darne immediata comunicazione ai vigili del fuoco (115) o al servizio antincendio boschivo del corpo forestale (1515) o alla polizia municipale (0924592592), fornendo le indicazioni necessarie per l’individuazione

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro