Inchiesta a Cinque Stelle, sta per iniziare la settimana di passione dei "grillini" | ilSicilia.it :ilSicilia.it

La Procura di Palermo da lunedì potrebbe convocare gli indagati

Inchiesta a Cinque Stelle, sta per iniziare la settimana di passione dei “grillini”

di
19 Novembre 2016

AGGIORNAMENTO 15.48 – Gli otto grillini iscritti dalla Procura di Palermo sul registro degli indagati sono Riccardo Nuti, Claudia Mannino, Claudia La Rocca, Giorgio Ciaccio, Giuseppe Ippolito , Stefano Paradiso, Samantha Busalacchi, Giovanni Scarpello. Secondo il codice del movimento guidato da Beppe Grillo, i deputati indagati dovrebbe avviare le procedure di auto-sospensione. Un primo passo in questo senso sarebbe stato compiuto da Claudia La Rocca e da Giorgio Ciaccio.

07.30 – Beppe Grillo un mese fa aveva scritto nel suo blog: “Chi sa parli”. Poi il silenzio assoluto, mentre le polemiche aumentavano di giorno in giorno e i pm della Procura di Palermo cominciavano a mettere insieme il puzzle grazie alla collaborazione di due attivisti e della deputata regionale del M5s, Claudia La Rocca. In quei giorni, dinanzi ai magistrati, i grillini ammettevano la ricopiatura delle firme utili alla presentazione della lista per le Amministrative 2012 fa per rimediare ad un errore di trascrizione. Inoltre, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, non si tratterebbe soltanto di una mera ricopiatura di firma. In alcuni casi, testimoni interrogati dai magistrati palermitani e dalla Digos, avrebbero disconosciuto del tutto la loro firma, che non sarebbe stata quindi soltanto “ricopiata”.

Ora il capo politico prova a forzare la mano con un post sul suo blog. Una reazione che fa seguito alle rivelazioni sulle informazioni ricevute da Palermo riguardo l’episodio delle presunte firme false, prima che la Procura sentisse i supertestimoni. Nel post Grillo ha invitato i pentastellati a sospendersi qualora dovessero ricevere un avviso di garanzia. Una scelta che dovrebbe tutelare il Movimento e gli iscritti. L’accelerazione coincide con alcune informazioni trapelate dalla Procura: da lunedì i magistrati convocheranno gli indagati.

Si parla di otto grillini ma potrebbero essere di più, tra di loro anche parlamentari nazionali. Nella denuncia raccolta da le Iene, l’attivista Vincenzo Pintagro aveva puntato il dito contro la deputata nazionale Claudia Mannino e Samantha Busalacchi, accusate di avere ricopiato le firme durante una febbrile riunione della sede di via Sampolo, allora quartier generale del M5s a Palermo. Al diktat di Grillo ha risposto in tempo reale Claudia La Rocca, che si è auto-sospesa. In realtà secondo quanto risulta a ilSicilia.it, la deputata aveva inviato una mail nei giorni scorsi allo staff di Grillo scrivendo di essere disposta ad auto-sospendersi e di attendere indicazioni. Ma da Milano non è arrivata alcuna risposta, con la deputata sempre più isolata dai vertici dopo la sua scelta di collaborare con i magistrati. L’hashtag che corre su twitter è #omertà”.

(AM)

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

“La casa di carta”, da flop a fenomeno planetario

Nel maggio del 2017 in Spagna viene messa in onda per la prima volta la serie tv "La casa de papel" che, dopo un lusinghiero iniziale consenso di pubblico, vede diminuire rapidamente gli ascolti - tanto che al termine della seconda stagione i produttori e di conseguenza il cast ritengono concluso il progetto

La GiombOpinione

di Il Giomba

L’epoca dell’ansia

Accusano i giovani di non buttarsi e di aver sempre più paura: siamo sicuri che sia soltanto colpa loro? Non sempre, infatti, le cose sono come sembrano...

Blog

di Renzo Botindari

Sei sempre tu “uomo del mio tempo”

E si, ci sono periodi e questi sono quelli delle mutazioni genetiche, i più fortunati stanno afferrando le scialuppe di salvataggio e qualcuno ha pure fatto fuoco su gli altri fuggitivi pur di avere un posto, gli altri provano a rifarsi una verginità
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin