Inchiesta bilanci a Palermo, Ferrandelli: "Mi costituisco parte civile, il sindaco si dimetta" :ilSicilia.it
Palermo

la dichiarazione

Inchiesta bilanci a Palermo, Ferrandelli: “Mi costituisco parte civile, il sindaco si dimetta”

di
21 Ottobre 2021

Prendo atto della volontà di Orlando di farsi interrogare per chiarire la propria estraneità ai fatti contestati, ma preannuncio la costituzione di parte civile se Orlando verrà rinviato a giudizio, in qualità di componente di un consiglio comunale che sarebbe stato ingannato per anni con la falsa rappresentazione dei dati del bilancio in quel sarebbe evidente che in chi si dichiara campione di trasparenza e correttezza avrebbe prevalso la volontà di salvare la poltrona sull’obbligo di trasparenza e lealtà nei confronti del Consiglio Comunale e della città intera“. Lo dichiara Fabrizio Ferrandelli consigliere comunale di +Europa.

Ho incaricato l’avvocato Vincenzo Lo Re di tutelare la mia posizione di persona offesa in un eventuale processo – aggiunge Ferrandelli – Oltre alla responsabilità penale c’è anche una responsabilità politica a cui il sindaco non può sottrarsi. Approvare una mozione di sfiducia sarebbe troppo semplice”.

Questa mattina, in commissione Bilancio, ho chiesto la convocazione urgente di un consiglio comunale per fare chiarezza su quanto appreso dalla stampa. Nel solco del garantismo, in attesa che il sindaco chiarisca nelle opportune sedi, ritengo tuttavia necessarie le sue dimissioni – aggiunge – per consentire al Consiglio comunale e a un commissario di poter agire senza il rischio di possibili condizionamenti svolgendo tutte le attività necessarie a un Comune che già vive una fase delicata di riequilibrio di bilancio. La vicenda diventa ancora più urgente – conclude Ferrandelli – rafforzando i dubbi da me espressi in più sedi anche istituzionali in questi cinque anni, in vista dell’approvazione del piano triennale delle opere pubbliche che potrebbe rivelarsi insostenibile“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv: tante le novità in arrivo

Terminato o allentato il blocco delle produzioni a causa della pandemia, le nuove stagioni di molte Serie tv (alcune delle quali  attesissime perché conclusive) arriveranno a breve sugli schermi

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin