16 Aprile 2019 - Ultimo aggiornamento alle 22.23
Palermo

trasportato d'urgenza in elicottero

Incidente a Bellolampo: operaio resta col braccio incastrato nei macchinari

21 Marzo 2019

Un operaio di 44 anni è rimasto ferito nella discarica di Bellolampo, a Palermo.

L’impiegato di una ditta esterna – “Natura Ambiente” – che stava facendo la manutenzione del nastro Trattamento Meccanico Biologico (TMB) dell’impianto palermitano è rimasto con il braccio incastrato tra gli ingranaggi. Sono intervenuti i sanitari del 118 che hanno mandato l’elisoccorso, i carabinieri e gli agenti di polizia. Il ferito è stato trasportato al pronto soccorso di Villa Sofia.

L’operaio ha riportato la frattura del polso. Gli operatori del 118 – allertati dal personale della RAP presente in impianto a seguito dell’attivazione delle procedure di emergenza previste per queste situazioni – hanno trasportato l’uomo in ospedale.

norata“Si è trattato di uno spiacevole incidente afferma l’Amministratore di RAP Giuseppe Norata ed auguriamo a questo lavoratore una pronta guarigione. Spiace però dover registrare come da parte di qualcuno, che chiederò all’Autorità Giudiziaria di identificare verificando il traffico telefonico in uscita dall’area di Bellolampo, si sia voluto creare un allarme, sollecitando addirittura l’intervento sul posto da parte di Polizia e Carabinieri e facendo avere agli organi di stampa notizie del tutto infondate circa la gravità dell’incidente e le conseguenze per la persona coinvolta.

Il personale RAP che opera a Bellolampo è perfettamente a conoscenza delle procedure di sicurezza ed emergenza e nessuno può permettersi di ingenerare un clima di allarme e insicurezza fra i lavoratori“.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Effetto e Conseguenza

La gente si lascia trascinare nelle polemiche guardando l’effetto che si ha davanti agli occhi e non le cause che lo hanno prodotto, ossia le conseguenze che ci hanno portato a ciò. Penso al caso del campo nomadi...
Wanted
di Ludovico Gippetto

Wanted perde un uomo fondamentale

Il 10 marzo del 241 a.C. la battaglia delle Egadi metteva fine alla prima guerra punica cambiando la storia del Mediterraneo con la vittoria dei Romani sui Cartaginesi.