Incidente mortale sulla Palermo-Mazara, indagato il padre della vittima | ilSicilia.it :ilSicilia.it

l'uomo aveva pubblicato un video mentre guidava

Incidente mortale sulla Palermo-Mazara, indagato il padre della vittima

15 Luglio 2019

E’ indagato per omicidio stradale Fabio Provenzano, l’uomo di 34 anni che nella tarda serata di venerdì scorso era alla guida della sua auto sull’autostrada Palermo – Mazara, schiantandosi fra gli svincoli di Balestrate e Alcamo.

Nell’incidente ha perso la vita il figlio Francesco Provenzano, 13enne. Nell’impatto sono anche rimasti feriti l’altro figlio Antonino, di 9 anni, e lo stesso Fabio Provenzano. Entrambi sono ricoverati in condizioni gravi all’ospedale Villa Sofia di Palermo. La prognosi per tutti e due è riservata. Antonino, in particolare, è in condizioni gravissime.

Il 34enne poco prima dell’impatto aveva postato su Facebook un video che lo ritraeva alla guida dell’auto. Dalle prime risultanze investigative pare che il momento dell’incidente e quello della pubblicazione del video coincidano.

Intanto, oggi sono stati celebrati i funerali del tredicenne morto nell’incidente.

LEGGI ANCHE:

Un video su Facebook e poi lo schianto. Tragico incidente sulla Palermo-Mazara

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.