Incidente stradale a Ragusa: una donna muore nello schianto | FOTO :ilSicilia.it
Ragusa

Tragedia sulla SP 25

Incidente stradale a Ragusa: una donna muore nello schianto | FOTO

di
10 Giugno 2019
Silvana Livia

SCORRI LE FOTO IN ALTO

Tragico incidente stradale la notte scorsa sulla Ragusa mare. A perdere la vita una donna di 38 anni, Silvana Livia, originaria di Modica.

Altre due persone sono rimaste ferite:  si tratta del marito della vittima che guidava la Volkswagen Golf finita fuori strada, e il figlio 12enne, medicato e giudicato guaribile in un mese.

I tre, per cause in fase di accertamento da parte della Polizia stradale, sono finiti fuori strada, sulla SP 25, schiantandosi contro il guardrail. Due ambulanze del 118 hanno trasportato i feriti all’Ospedale Giovanni Paolo II, mentre il mezzo è stato posto sotto sequestro.

Il marito della vittima ha riportato ferite guaribili in una settimana. Su di lui sono stati effettuati i test per capire se abbia assunto sostanze alcoliche. I risultati sembrano positivi, quindi l’uomo verrà arrestato per omicidio stradale.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.