20 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.59
Catania

tra gli svincoli di Catenanuova e Gerbini

Incidente sulla Palermo-Catania: un morto e tre feriti sulla A19 | FOTO

20 Giugno 2019
'
'

SCORRI LE FOTO IN ALTO

Tragico incidente mortale sull’autostrada A19 Palermo-Catania: il sinistro è avvenuto intorno alle 13 nell’Ennese, tra gli svincoli di Catenanuova e Gerbini.

Coinvolti ben tre veicoli: tre persone sono rimaste ferite e una ha perso la vita nell’impatto. A renderlo noto l’Anas, che inizialmente aveva comunicato il decesso di due persone; poi il dietrofront con una nuova nota che indica una sola vittima.

A causa dell’incidente, il traffico sull’autostrada era provvisoriamente bloccato in direzione Catania. Sul posto le squadre di Anas per la gestione della viabilità, deviata temporaneamente sulla statale 192 allo svincolo di Catenanuova.

Dopo circa tre ore dall’impatto, fa sapere l’Anas, la viabilità è stata ripristinata. La vittima, Maria Livera (un’anziana di 75 anni) viaggiava a bordo di un Suv, quando è stata travolta da un mezzo pesante. La donna, originaria di Agira (EN), viaggiava con la sorella, la figlia e la nipotina a bordo di una Ford EcoSport.

 

AGGIORNAMENTO ORE 18,25: Secondo la polizia stradale sarebbero due le vittime dell’incidente: secondo una prima ricostruzione, stavano forse per fermarsi e sono state tamponate da un camioncino. Nell’impatto è rimasta coinvolta un’altra vettura. Le due donne erano nei sedili posteriori dell’auto.

I due feriti sono stati trasferiti in ospedali di Catania in elicottero. Sul posto, oltre alle pattuglie della Polstrada e al personale dell’Anas, sono intervenuti anche i vigili del fuoco.

 

 

+++ IN AGGIORNAMENTO +++

 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I lupi si travestono da nonne innocue

Il termine pedofilia (dal greco pais, fanciullo, e philìa, amore) dovrebbe significare una predisposizione naturale dell'adulto verso il fanciullo. Attenzioni che, in apparenza, sembrano dettate da amore e dedizione, possono, in realtà, mascherare un'inquietante e distruttiva perversione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.