Incidenti lavoro: muore folgorato in una polleria a Palermo :ilSicilia.it
Palermo

Colpito da una scarica elettrica mentre faceva le pulizie

Incidenti lavoro: muore folgorato in una polleria a Palermo

29 Giugno 2019

Vincenzo Ferrigno, 27 anni, palermitano è morto folgorato la notte tra il 28 e il 29 giugno mentre stava lavorando all’interno dell’Antica Polleria di piazza Ingastone a Palermo.

Il dipendente stava facendo le pulizie quando è stato investito da una scarica elettrica. I sanitari del 118 hanno cercato in tutti i modi di rianimarlo ma senza successo.

Sono intervenuti gli agenti della polizia di Stato che hanno sentito quanti si trovavano nel locale e il titolare, B.G., 44 anni, che è stato arrestato.

Gli investigatori insieme ai tecnici dell’Enel hanno avviato una verifica sui contatori per accertare che non ci fossero manomissioni. Il locale è stato sequestrato. Da un controllo nell’esercizio commerciale gli agenti avrebbero riscontrato la presenza di diverse cassette di derivazione elettrica prive di coperchi ed una di esse pare fosse bruciata.

Sembra che al contatore fosse allacciato abusivamente alla rete elettrica. Dagli accertamenti, secondo le ricostruzioni, sarebbe emerso che l’intera attività commerciale era senza le previste licenze e delle basilari misure di sicurezza prescritte dalla legge. Il commerciante è stato accusato di omicidio colposo e furto aggravato di energia elettrica.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.