Incompiute, Falcone: "Sono tra le priorità del governo Musumeci. All'Ars una legge per cancellarle" :ilSicilia.it

la replica dell'assessore

Incompiute, Falcone: “Sono tra le priorità del governo Musumeci. All’Ars una legge per cancellarle”

di
1 Giugno 2019

Accogliamo con interesse la riflessione del deputato Di Paola sulle incompiute, a seguito della svolta sul futuro degli alloggi popolari di Giarre, abbandonati da decenni, voluta dal Governo Musumeci“, lo afferma l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, replicando alla nota del parlamentare M5s dedicata allo stanziamento di oltre 7 milioni di euro, da parte della giunta regionale, per ultimare la storica incompiuta di via Trieste a Giarre.

L’esecutivo, lo ribadiamo – continua Falcone – ha collocato le incompiute fra le assolute priorità dell’azione di governo. Dopo il censimento realizzato Comune per Comune, ci orienta un principio chiaro: per ciascuna opera stiamo spingendo sull’acceleratore del completamento oppure, se ciò non fosse possibile, scegliamo la strada del risanamento attraverso l’abbattimento di brutture e sprechi“.

Già la prossima settimana altre cinque incompiute saranno oggetto di provvedimenti risolutivi da parte del Governo Musumeci, mentre – preannuncia Falcone – l’articolo 13 del Collegato, una norma dai noi elaborata per cancellare le opere rimaste a metà in tutto il territorio siciliano, andrà nelle prossime settimane all’esame dell’Ars“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.