Infrastrutture a Palermo e provincia, Falcone incontra i sindacati: "Appalti crescono del 300 per cento, Regione protagonista degli investimenti" :ilSicilia.it
Palermo

la dichiarazione

Infrastrutture a Palermo e provincia, Falcone incontra i sindacati: “Appalti crescono del 300 per cento, Regione protagonista degli investimenti”

di
15 Dicembre 2021

Oltre cinquanta opere avviate, concluse o in fase di partenza su Palermo e provincia, in tutti gli ambiti d’azione dell’assessorato regionale alle Infrastrutture. Questo il quadro presentato oggi dall’assessore Marco Falcone alle rappresentanze sindacali regionali e della provincia di Palermo, riunite per il periodico tavolo sull’attuazione degli interventi infrastrutturali del Palermitano.

Durante l’incontro in assessorato, il componente del governo Musumeci ha consegnato agli esponenti di Cgil, Cisl, Uil e Ugl un report che si articola in precisi ambiti: infrastrutture ferroviarie, autostrade, opere affidate all’Anas, Iacp e housing sociale, rigenerazione urbana e contratti di quartiere, parcheggi di interscambio, riqualificazione centri storici, edifici di culto e caserme, Interporto di Termini Imerese, porti e aste fluviali. Un capitolo aggiuntivo riguarda gli oltre quaranta interventi di manutenzione e risanamento delle strade provinciali del Palermitano, avviati dal governo regionale in sostituzione o in supporto della Città metropolitana di Palermo, per un valore complessivo di circa 90 milioni di euro.

Come ormai d’abitudine – ha affermato l’assessore Marco Falcone – abbiamo incontrato le parti sociali per fare il punto su cantieri e interventi che il governo Musumeci sta compiendo a Palermo e provincia, consegnando loro alcuni dati emblematici dell’inversione di tendenza da noi attuata in questi quattro anni. Ai lavori più strategici, come il vicolo Bernava, la stazione di Capaci o iniziative partecipate come la nuova piazza allo Zen 2, affianchiamo l’impennata sulle gare d’appalto. Come certificato dall’Urega, quando nel 2017 ci siamo insediati il valore delle gare affidate superava appena i cinque milioni di euro. Oggi ci prepariamo a chiudere il 2021 con appalti emanati e affidati dalla Regione per oltre 150 milioni di euro, una crescita che sfiora il 300 per cento in quattro anni. La Regione ritorna così attore protagonista dello sviluppo e della creazione di lavoro e nuove infrastrutture nell’Isola, interrompendo una tendenza negativa lunga più di un lustro”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.