11 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 20.27
Agrigento

IN VISTA DELL'INCONTRO DEL 5 OTTOBRE

Infrastrutture, i sindacati partono all’attacco: “Dal Governo soltanto promesse da marinaio”

21 Settembre 2019

Nella sede provinciale della Uil di Agrigento si è svolta una riunione alla presenza dei segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil delle province di Agrigento, Caltanissetta ed Enna, ai quali si sono aggiunti anche i tre segretari del settore edilizio sul tema delle infrastrutture e delle strade siciliane.

Sono state analizzate le problematiche inerenti alla viabilità interna delle tre province e soprattutto il blocco dei lavori lungo le strade statali 640 e 189. Lo stop ai lavori sui suddetti rami viari ha tagliato fuori le province di Agrigento e Caltanissetta dai collegamenti principali con gli altri capoluoghi dell’isola. L’iniziativa nasce anche dalle problematiche di viabilità interna che hanno causato e continuano a causare disagi fra le popolazioni.

Per i sindacati il nodo principale da sciogliere è legato al raddoppio di corsia della SS640 e della SS189: “In particolare, dopo che il cantiere si è fermato, la provincia di Agrigento ha avuto ripercussioni notevoli sul fronte economico. Il turismo ne ha risentito parecchio nell’ultima stagione estiva, ma i danni sono stati enormi anche per gli agricoltori che non riescono a raggiungere per tempo i mercati che contano. Per non parlare dei morti che le strade hanno causato. Per raggiungere Palermo, Caltanissetta o Catania gli automobilisti sono costretti a vere e proprie gimcane che risultano essere molto pericolose“.

Stesso discorso per la province di Caltanissetta e di Enna, dove “diverse attività imprenditoriali sono al collasso e centinaia di posti di lavoro rischiano di perdersi in un contesto già difficilissimo dal punto di  vista occupazionale. Nei mesi scorsi, l’amministrazione comunale di Caltanissetta aveva avanzato allo Stato centrale una moratoria su tasse e contributi per le aziende“.

Il Governo nazionale, finora, ha fatto soltanto promesse da marinaio, – commentano duramente i rappresentanti sindacali – la passerella del premier Conte e dell’ex ministro alle Infrastrutture Danilo Toninelli dello scorso mese di marzo sembra essere l’ennesima presa in giro per i siciliani che si sentono sempre più abbandonati dalle istituzioni. Il prossimo 5 ottobre Cgil, Cisl e Uil incontreranno a Caltanissetta il viceministro Cancelleri e l’assessore regionale Marco Falcone per avere lumi e dati certi circa la ripresa dei lavori lungo i cantieri della SS189 e della SS640. Dall’esito di questo incontro verranno definite le iniziative da adottare“.

Tag:
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Redistribuzione dei migranti? l’Ue fa ciao ciao all’Italia

L'accordo di Malta sull’immigrazione che era stato salutato con toni trionfali da tutto l'asse del governo giallorosa, dal ministro dell'Interno Lamorgese, da Giuseppe Conte e dal Pd, è carta straccia o quasi. Il Consiglio europeo dei ministri degli Interni Ue che si è riunito a Lussemburgo non l'ha ratificato.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.