Infrastrutture, Pagano (Lega), “Nessuna rassicurazione dal ministro sulla Galleria Sant’Elia di Caltanissetta" :ilSicilia.it

La dichiarazione durante il Question Time

Infrastrutture, Pagano (Lega), “Nessuna rassicurazione dal ministro sulla Galleria Sant’Elia di Caltanissetta”

di
30 Gennaio 2020

La risposta fornita dal Ministro De Micheli non è per nulla rassicurante per i siciliani, le cui infrastrutture sono in uno stato di totale abbandono da anni“. Lo ha dichiarato il deputato siciliano, Vicepresidente del gruppo lega alla Camera, Alessandro Pagano, durante il Question Time alla Camera, dove è intervenuta la Ministra alle Infrastrutture Paola De Micheli.

In particolare – ha affermato Pagano –, resta alta l’attenzione e massima la preoccupazione sulle infiltrazioni nella galleria Sant’Elia Caltanissetta, sulla Agrigento-Caltanisetta, gestita da Anas: milioni di metri cubi d’acqua e ben quattro faglie geologiche mettono a serio rischio, con danni irreparabili, la tenuta dell’infrastruttura. Ho richiamato il ministro De Micheli a un’attenzione particolare anche su altre criticità della viabilità della Sicilia: dal viadotto Scorciavacche sulla Palermo Agrigento, crollato poco prima dell’inaugurazione, al viadotto Akragas, gemello del Morandi di Genova, chiuso da 18 mesi, al viadotto Himera crollato nel 2015 e ancora lontano dalla ricostruzione, alle terribile peripezie a cui sono costretti i Tir con le deviazioni dall’autostrada A 19, nelle strade comunali che la costeggiano, sono gli esempi più lampanti dello stato di abbandono in cui verte la viabilità siciliana“.

Sulla galleria Sant’Elia Caltanissetta, i cui lavori sono in ritardo di almeno 5 anni, dopo una spesa di 80 milioni di euro, non è stato attivato nessun intervento di rilievo ed è dal 2011 che con interrogazioni parlamentari sollevo dubbi a cui con protervia, l’Anas continua a non rispondere – conclude Pagano –, a dimostrazione che molti lati di questa vicenda sono opachi”.
.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il Presidente con le carte in regola

In una fase di scadimento della Politica ricordare Pier Santi Mattarella è come una boccata di ossigeno, un riconoscere che vi è stata, e quindi è possibile, una politica ispirata al bene comune, al buon governo e al progresso della propria terra

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin