Infrastrutture, Seminerio "Viadotto Coda di Volpe Agrigento-Palermo abbandonato" :ilSicilia.it
Agrigento

La denuncia da parte del consigliere comunale Seminerio

Infrastrutture, Seminerio: “Viadotto Coda di Volpe Agrigento-Palermo abbandonato”

di
29 Aprile 2021

Il Consigliere Comunale di Lercara Friddi, Luca Seminerio, ha sollevato il tema del Viadotto Coda di Volpe, che dopo molteplici segnalazioni per lo stato di degrado strutturale visibili lungo il pilone centrale,  è stato chiuso nel 2015.

Da allora non è stato fatto nessun intervento. L’Anas ha soltanto asfaltato una parallela che era un ex strada provinciale molto pericolosa, creando disaggi alla circolazione e al trasporto su gomma. Infatti, si tratta della strada che collega Agrigento a Palermo e che attraversa pure la provincia di Caltanissetta, costeggiando oltre 40 paesi. E a farne le spese sono sempre i cittadini.

 

Seminerio ha anche ricordato i disagi causati dai molti cantieri sulla Bolognetta-Lercara, che in teoria sarebbero dovuti terminare entro la fine del 2021 ma che invece sono ancora in alto mare.

Il 3 maggio verranno inoltrate delle note ad Anas, al Centro di Manutenzione Misilmeri, all’Assessorato alle infrastrutture, al Presidente della Regione Siciliana, al Ministro e al Vice Ministro delle Infrastrutture, con l’augurio che vengano effettuate le perizie e che in seguito si bandisca la gara per l’affidamento dei lavori.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin