Ingresso della Lega all'Ars, la soddisfazione del movimento giovanile :ilSicilia.it

Le dichiarazioni dei coordinatori

Ingresso della Lega all’Ars, la soddisfazione del movimento giovanile

di
8 Gennaio 2020

La Lega Giovani, il Movimento Giovanile Lega per Salvini Premier–Sicilia esprime grande entusiasmo in seguito alla creazione del primo gruppo parlamentare della Lega in seno all’Assemblea Regionale Siciliana.

Il catanese responsabile della giovanile per la Sicilia Orientale, Alessandro Lipera, ha infatti espresso «grande entusiasmo nel vedere come la nostra grande comunità cresca giorno dopo giorno, dotandosi oggi anche di una rappresentanza presso la Sala d’Ercole. Le scuole siciliane necessitano non solo di investimenti, ma soprattutto di non essere abbandonate dalla politica, che ha il compito intrinseco di vigilare sull’adeguatezza delle strutture ma anche di riuscire a realizzare realmente, un domani, i sogni dei giovani siciliani. Uno studente nato e rimasto qui deve avere le stesse opportunità lavorative che nel resto d’Italia, ma è compito della politica riuscire a garantire tutto questo».

Dall’altra parte dell’isola giungono le dichiarazioni di Giuseppe Miccichè, responsabile dei giovani leghisti per la parte occidentale della Sicilia: «Restare a vivere in Sicilia ormai è diventato un atto di coraggio. Disoccupazione e fuga dei cervelli ogni giorno indeboliscono la nostra terra ed i primi a pagare questa situazione sono i giovani. Non ho alcun dubbio che, anche grazie alla deputazione regionale che in queste ore ha formato il nostro nuovo gruppo parlamentare all’Ars, si rafforzerà quella sinergia tra movimento giovanile e partito che nei territori ormai da più di un anno sta portando esempi di una politica nuova, di servizio e di ascolto nei confronti delle esigenze dei cittadini e soprattutto dei nostri giovani».

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin