Intenzioni di voto. Cresce la Lega, giù 5 Stelle e Partito Democratico | ilSicilia.it :ilSicilia.it

i dati di questa settimana del tg la 7

Intenzioni di voto. Cresce la Lega, giù 5 Stelle e Partito Democratico

5 Febbraio 2019

La rilevazione di questa settimana effettuata da Swg per il Tg La7 condotto da Enrico Mentana, confermano la forte crescita della Lega di Matteo Salvini e il calo inesorabile del Movimento 5 Stelle. Perde consenso anche il Partito Democratico.

Il sondaggio del 3 febbraio con le intenzioni di voto mostra la Lega al 33,8 per cento, cioè con un più di 1,2 rispetto alla scorsa settimana. Chi non ride è il M5s che scende al 24 per cento, cioè con un meno 0,9 rispetto a sette giorni fa.

Non decolla il Pd, che perde ulteriori consensi scendendo alla percentuale del 16,8, mentre Forza Italia recupera qualcosa ottenendo l’8,3%, sempre molto meno comunque rispetto alle elezioni del marzo 2018.

Nel centrodestra, Fratelli d’Italia viene data al 4,3%, mentre nel centrosinistra + Europa sarebbe al 3,1 per cento, mentre Potere al Popolo si attesterebbe sul 2,5. Le altre forze della sinistra che mettono insieme Mdp e Sinistra italiana sarebbero al 2,9, mentre l’1 % viene ottenuto dai Verdi.

Rispetto alle elezioni politiche dello scorso 4 marzo, la Lega raddoppierebbe i suoi voti, mentre i Cinquestelle perdono i8 punti percentuali, il Pd scende di due punti e Forza Italia di sette punti.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.