Intesa tra TaoArte e Parco di Naxos-Taormina: sì a eventi da mille posti al Teatro Antico :ilSicilia.it
Messina

il covid non ferma la cultura

Intesa tra TaoArte e Parco di Naxos-Taormina: sì a eventi da mille posti al Teatro Antico

di
13 Giugno 2020

I tempi del gran pienone al Teatro Antico per quest’anno rimarranno un dolce ricordo ma a Taormina arriva intanto un segnale incoraggiante verso la ripartenza. Ha avuto esito positivo, con importanti riverberi all’orizzonte su quest’estate, una riunione operativa tra il Commissario della Fondazione Taormina Arte, Bernardo Campo e il direttore del Parco di Naxos-Taormina, Gabriella Tigano, a conclusione della quale è stata raggiunta un’importante intesa tra le parti, ora da formalizzare, che consentirà la previsione di eventi già quest’estate al Teatro Antico con una capienza ridotta.

I consueti spettacoli da 4 mila e 500 posti quest’estate non ci saranno, ovviamente, per la necessità di ottemperare alle vigenti disposizioni sul contrasto alla diffusione del Covid19 ma si potranno comunque organizzare eventi con una capacità di accoglienza del pubblico pari a 950 posti. Ed è questo quanto richiesto da Taormina Arte, che intende infatti realizzare una serie di spettacoli nel periodo di luglio e agosto.

“Vogliamo organizzare eventi di qualità – Campo -, pensiamo di proporre 10 appuntamenti di spessore che renderemo noti nei prossimi giorni. E sarà una cosa importante anche per dare un segnale di ripartenza non solo di TaoArte ma della città di Taormina. Taormina Arte sarà protagonista e avremo, tra l’altro, un’importante etoile internazionale e proporremo anche un’alba al Teatro Antico (come quella che nel 2019 vide protagonista allora Monica Guerritore). Nel frattempo sottoscriveremo con il Parco di Naxos-Taormina una convenzione intanto per il 2020 e quindi poi triennale, con il nostro impegno a realizzare i montaggi e gli allestimenti al Teatro Antico. Come da tanti anni a questa parte sarà TaoArte ad effettuare gli allestimenti, che però stavolta saranno diversi”. “Non ci sarà il grande palco che ogni anno viene montato al Teatro – evidenzia Campo – . Verrà posizionato lì dove solitamente si trova l’orchestra, mentre il pubblico siederà nelle gradinate numerate. Nel parterre si farà eccezione soltanto per le esigenze riguardanti le persone diversamente abili e per eventuali premiazioni”. 

I lavori di montaggio al Teatro Antico, in vista degli eventi di quest’estate, inizieranno a fine mese. Gli sviluppi di queste ore rappresenteranno, di riflesso, anche una boccata d’ossigeno per gli operatori economici della città e soprattutto della Via Teatro Greco, che sin qui hanno dovuto affrontare un’estate senza spettacoli e senza nemmeno la presenza delle crociere, e con il Teatro Antico che dopo lo stop per il Covid ha riaperto al pubblico il 30 maggio scorso.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin