15 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.22
Palermo

"FENOMENO ALLARMANTE CON DANNI A FAUNA"

Invasione di cinghiali nelle Madonie. Tamajo: “Abbattiamoli, ormai è emergenza”

12 Ottobre 2018

“L’invasione dei suidi, cinghio-maiali, che interessa il territorio del parco naturalistico delle Madonie è diventata la cartina di tornasole di come la politica siciliana non riesca a trovare soluzioni adeguate per affrontare un problema che presto o tardi avrà conseguenze negative anche sull’uomo”. A lanciare l’allarme Edy Tamajo, deputato regionale di Sicilia Futura, che ha incontrato una delegazione dei Presidenti dei Consigli comunali delle Madonie.

Da 16 anni nessun governo regionale ha trovato soluzione per risolvere problema cinghiali. La distruzione del sistema faunistico nelle Madonie è ormai sotto gli occhi di tutti, e si registrano persino casi di aggressione alle persone da parte degli stessi suidi. In oltre 16 anni, dall’esplosione del fenomeno, la Regione non si è saputa dotare di una legge adeguata che consentisse l’abbattimento e la caccia controllata per questi suidi ed anche per i daini che si sono riprodotti a migliaia.

Nei giorni scorsi ho incontrato una delegazione dei Presidenti dei Consigli dei comuni madoniti che mi hanno sottoposto la problematica con toni d’allarme giustificati. Ho chiesto una convocazione urgente della Commissione Territorio ed Ambiente dell’Ars per sentire ufficialmente i rappresentanti istituzionali dei Comuni del Parco delle Madonie al fine di sensibilizzare il parlamento siciliano nel varare una legge finalizzata ad autorizzare l’abbattimento di questi animali che, tra l’altro, fanno correre seri rischi per l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana”. 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.