Investito in autostrada, col braccio mozzato. Trovato il pirata della strada :ilSicilia.it
Messina

I medici non sono riusciti a riattaccare l'arto tranciato

Investito in autostrada, col braccio mozzato. Trovato il pirata della strada

14 Agosto 2017

Ha perso definitivamente il braccio sinistro il giovane 23enne romano che ieri era stato investito da un pirata della strada lungo l’autostrada A20 Messina-Palermo, all’altezza dello svincolo di Milazzo. Il ragazzo si era addormentato nel pullman preso a Roma e diretto in Sicilia; accortosi di aver superato la sua fermata, avrebbe chiesto all’autista di scendere dal mezzo per procedere a piedi; incamminatosi nella corsia di emergenza il ragazzo sarebbe stato travolto da un’auto che gli ha mozzato il braccio.

La polizia stradale di Barcellona Pozzo di Gotto, accortasi della vittima vagante in stato confusionale insanguinata in autostrada, lo ha soccorso recuperando il braccio mozzato e trasportando il ragazzo in ospedale d’urgenza.

Le indagini sono scattate subito per rintracciare il pirata della strada, e oggi, grazie alle telecamere di videosorveglianza, sarebbe stato fermato un ventenne, denunciato per omissione di soccorso e lesioni gravissime. Si sarebbe giustificato dicendo di essersi addormentato: un colpo di sonno e pensava di aver investito un animale.

Intanto, il giovane romano è ricoverato in prognosi riservata alla Rianimazione del Policlinico di Messina. I medici però non sono riusciti a riattaccargli l’arto tranciato.

Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Scuola, “prorogare il contratto degli insegnanti precari”

Giovanna D’Agostino è la presidente dell’Associazione “Insieme per il sostegno” di cui fanno parte centinaia di insegnanti precari. In questa intervista si fa portavoce del sentire degli insegnanti precari chiedendo al Governo Conte la proroga del contratto al 31 agosto per tutti i precari della scuola
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona