Irsap di Brancaccio: "Situazione furti insostenibile". La nota dell'Amministrazione :ilSicilia.it
Palermo

L'Istituto chiede alla Regione la proprietà dei locali

Irsap di Brancaccio: “Situazione furti insostenibile”. La nota dell’Amministrazione

di
29 Marzo 2018

“La situazione dei furti nel centro direzionale Irsap a Brancaccio è diventata insostenibile. La prima denuncia per furto di pannelli da parte dell’Irsap è scattata nel gennaio 2017. Altri episodi si sono verificati a seguire, ma da allora c’è stata un’escalation di furti ai danni dei locali che ospitavano la mensa sequestrati nel gennaio 2017 perché abusivamente occupati da Delta Catering. All’epoca i locali erano stati sottoposti a sequestro dai Carabinieri, e successivamente dissequestrati nel maggio del 2017. spiegano dall’Amministrazione Irsap Sicilia Ad oggi è aperto un bando per l’affidamento della gestione del servizio di mensa e bar presso gli stessi locali, come anche all’interno del complesso per la gestione di una sala conferenze attigua in grado di ospitare 50 persone. Questo nell’ottica di ottimizzare la struttura e ripopolare il centro direzionale con l’insediamento di nuove attività produttive”.

“Purtroppo da circa sei mesi i locali sono stati presi di mira da ignoti che hanno commesso vari furti e compiuto atti vandalici a cui sono seguite puntualmente regolari denunce da parte dell’Irsap, otto in tutto, ai Carabinieri della stazione di Brancaccio e alla Polizia, per furto di materiale di rame prelevato dal tetto dell’edificio del centro direzionale ex Asi Palermo adibito a mensa. A dicembre è stata previsto anche un servizio di guardiania privata per evitare furti nel periodo natalizio e garantire maggiore controllo. Gli ultimi furti sono avvenuti a brevissima distanza l’uno dall’altro, il 26 febbraio e l’8 marzo 2018. Recentemente a protezione dell’ingresso dell’edificio era stata posizionata una grata di metallo, che però è stata tagliata come emerge dal sopralluogo successivo all’ultimo furto, cosicché i ladri si sono introdotti all’interno per arrivare al tetto della palazzina e rimuovere i pannelli di rame posti a copertura dell’edificio mensa. Per l’asportazione dei pannelli sono stati divelti dei pannelli fotovoltaici fissati sopra gli stessi pannelli”.

“L’Irsap non può disporre pienamente della struttura del centro direzionale se la Regione non approva i piani di trasferimento previsti dall’articolo 19 legge 8/2012, che consentirebbero all’Ente di diventarne proprietario e quindi disporne l’utilizzo pieno, o dandolo in concessione ad altri enti pubblici che ne necessitano, solo dopo una riqualificazione della struttura che chiaramente, essendo chiusa dal 2013, in stato di abbandono – questa la posizione dell’Amministrazione Irsap Sicilia – . Fino ad allora Irsap non può fare nulla se non gestire la struttura, mantenendola chiusa dal momento che allo stato attuale non avrebbe alcuna funzionalità poiché il personale dell’ex Asi di Palermo non supera le dieci unità; rimetterla in funzione, tenuto conto dei costi di gestione, sarebbe antieconomico a meno che l’ufficio periferico di Palermo e quello della sede legale non integrino nuovo personale regionale a rinforzo dell’esiguo organico di cui dispongono”.  

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Dagli sceneggiati alle serie TV

Mi sono avvicinato alla serialità televisiva negli anni 70, quando esisteva solo la Rai che trasmetteva con grande successo di ascolti, quelli che a quei tempi venivano chiamati sceneggiati tv
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin