22 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 22.11
Messina

Emergenza ancora a Panarea, Filicudi e Alicudi

Isola di Vulcano: dopo le proteste da lunedì inizia ufficialmente l’anno scolastico

21 Ottobre 2017

Dopo più di un mese dall’inizio ufficiale dell’anno scolastico lunedì cominceranno le attività di studio alla media dell’isola di Vulcano, nelle Eolie. La spuntano i genitori, che con i 21 ragazzi hanno protestato per 35 giorni contro il piano di collocare tutti gli studenti di prima, seconda e terza media in una sola aula.

La nuova intesa prevede che gli otto della prima avranno una propria alula, i due e gli undici delle altre due classi saranno accorpati. La decisione è stata presa dal dirigente scolastico Renato Candia, che dopo le proteste (i genitori avevano anche minacciato lo sciopero del voto a partire dalle prossime elezioni regionali) ha avuto via liberà dal ministero dell’Istruzione e dagli organismi regionali e provinciali.

I ragazzi da lunedì scorso, approfittando delle giornate estive, invece che restare a casa studiavano all’aperto, davanti al cancello del plesso scolastico. I genitori per protestare si erano anche rivolti al presidente della Repubblica e al ministro Valeria Fedeli, mentre il sindaco di Lipari (Vulcano è una frazione), Marco Giorgianni, aveva chiesto al premier Paolo Gentiloni una deroga alle norme nazionali per le scuole delle isole minori.

L’emergenza rimane a Panarea, Filicudi e Alicudi, dove nei Cpe (Centro preparazione esami) non ci sono tutti i docenti; mentre si va verso una soluzione all’Istituto d’indirizzo turistico di Lipari, dove la classe “pollaio” con 43 studenti sarà sdoppiata.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

L’Urbanista e il Ghostwriter

Sono cinquant’anni che percorro le stesse strade nella stessa città e quello che da sempre mi salta in mente è la piena considerazione che non sono i fabbricati a cambiare, ma è la gente e soprattutto il loro modo di vivere.
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.