20 febbraio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.47
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11

L'associazione Consumatori Associati ha presentato un esposto

Isole minori, una class action contro il monopolio dei servizi di traghettamento

2 dicembre 2018

L’associazione Consumatori Associati ha presentato un esposto per segnalare “una illegittima situazione di monopolio e illegittimi aiuti di Stato relativi ai servizi di traghettamento dalla Sicilia e dalla Sardegna verso le Isole Minori“. Al contempo l’associazione di consumatori ha preparato una class action per chiedere un risarcimento da 150 milioni di euro.

È grave la situazione di monopolio esistente nel traghettamento verso le Isole Eolie e sono molteplici i danni e disservizi causati da tale situazione – ha detto l’avvocato Ernesto Fiorillo, presidente dell’associazione – Abbiamo così pensato di rivolgerci alla Commissione Europea ed in particolare alla direzione della Concorrenza e dei Mercati per fare aprire una procedura di infrazione per illegittimi aiuti di Stato. Abbiamo predisposto inoltre una class action per chiedere un risarcimento di 150 milioni di euro”.

Nello specifico viene contestata l’acquisizione della Siremar da parte di Liberty Lines e la posizione sul mercato di riferimento, oltre la violazione della normativa europea in tema di libera navigazione verso le Isole Minori ed illegittimi aiuti di Stato. ”Il monopolio – dice Fiorillo – si è consolidato nell’indifferenza delle Istituzioni, nonostante i danni che subiscono gli utenti del servizio. Ma il danno ulteriore per i consumatori è stato che si è passato da un servizio integrato, navi-aliscafi che avrebbe garantito maggiore funzionalità, con l’uso sostitutivo di tutti i mezzi per far fronte ad avarie, condizioni meteo marine avverse, corse insufficienti rispetto ai passeggeri, ad una netta divisione dei servizi“.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Non sono mai Bianche

Chi sa quante volte era ritornato su quel posto con la mente. Ci tornava costantemente rivivendo la stessa mattinata, sempre la stessa, per cercare dove quella volta aveva sbagliato. Aveva poco più che trenta anni e lavorava da sempre.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Figlio inferiore e padre superiore

Le paturnie e i pensieri ossessivi sono alimentati dagli oggetti interiorizzati, dalla rappresentazione interna dei genitori, in questo caso, specialmente, del padre, idealizzato come uomo superiore, contro lui che è, invece, l’uomo inferiore.