Istigava al suicidio su Tik Tok, oscurato profilo di influencer siracusana | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Siracusa

l'annuncio

Istigava al suicidio su Tik Tok, oscurato profilo di influencer siracusana

di
25 Febbraio 2021

E’ stato oscurato dalla Polizia postale, a seguito di sequestro preventivo disposto dal gip di Firenze, il profilo Tik Tok di una influencer di 48 anni della provincia di Siracusa. La donna era stata perquisita il gennaio scorso nell’ambito di un’inchiesta della procura fiorentina che la vede accusata di istigazione al suicidio in relazione a un video ‘sfida’ pubblicato sul social, in cui si avvolgeva il volto, bocca e narici comprese, con del nastro adesivo. Sempre a gennaio, si ricorda, la procura aveva disposto il sequestro dell’account e del video, ma il profilo della donna e altri video simili che aveva postato in passato risultavano ancora visibili ai suoi circa 700.000 follower.

La ‘sfida’ col nastro adesivo non è l’unico video messo in piedi dalla 48enne. Le indagini, coordinate dal procuratore aggiunto Luca Tescaroli e dal sostituto Fabio Di Vizio della procura fiorentina, e condotte dalla polizia postale di Firenze, hanno permesso di risalire ad altre immagini di ‘challenge’ ritenute pericolose, come quella di inalare panna, chiudersi le palpebre con delle pinze o fingere di rompersi un braccio con delle pentole.

Gli inquirenti hanno ritenuto che la condivisione e la visione di questi video, in particolare da parte degli utenti minorenni, potesse creare emulazione e mettere gravemente a rischio l’incolumità dei follower, soprattutto di quelli giovanissimi. Secondo quanto appreso, nella decisione dei magistrati fiorentini di chiedere al giudice il sequestro avrebbe influito anche un’intervista rilasciata dalla 48enne a un’emittente televisiva locale, in cui la donna oltre a respingere le accuse avrebbe specificato lei stessa come la maggior parte dei suoi follower fosse minorenne.

LEGGI ANCHE

Influencer siciliana istigava al suicidio su Tik Tok: denunciata

Gioco fatale su TikTok: morte cerebrale per bambina di Palermo

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin