13 dicembre 2018 - Ultimo aggiornamento alle 10.02
caronte manchette
caronte manchette

il caso

Istituto Almanza di Pantelleria, Armao: “Nessun rischio di perdere le risorse”

7 dicembre 2018

«Non c’è il rischio di perdere il finanziamento del ministero dell’Istruzione destinato all’Istituto superiore “Vincenzo Almanza di Pantelleria”». Lo assicura l’assessore regionale all’Economia, Gaetano Armao, che aggiunge: «Sto personalmente seguendo la vicenda di questa scuola che ancora oggi si trova in una sede provvisoria non sicura, priva, tra le altre cose, di una palestra e dei laboratori indispensabili per una formazione completa. Il commissario straordinario del Libero Consorzio provinciale di Trapani, Raimondo Cerami, mi ha confermato che approverà il bilancio dell’ente e che le risorse destinate all’Istituto, pari a 4 milioni e 600 mila euro, non andranno perdute. Ciò consentirà al Consorzio di potere inoltrare il bando di gara entro dicembre alla competente Urega, Ufficio regionale per l’espletamento di gare per l’appalto di lavori pubblici, in modo da rispettare la scadenza del 13 maggio 2019 per l’aggiudicazione dei lavori all’impresa appaltatrice».

Così il vicepresidente della Regione ha voluto tranquillizzare il comitato studentesco che nei giorni scorsi aveva inviato una lettera all’assessorato regionale all’Istruzione per lamentare le criticità dell’edificio riadattato parzialmente a struttura scolastica.

«Condivido le vostre preoccupazioni – ha sottolineato il Armao –. Il progetto della nuova scuola costituisce un’opportunità di grande rilevanza per voi giovani e per tutta la comunità pantesca, un’opportunità che non vogliamo assolutamente farvi perdere per garantirvi il diritto all’istruzione in locali sicuri, adeguati e funzionali».

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Abbiamo molto da imparare

“Nzu”! Suono quasi gutturale che usciva con una smorfia da chi quasi a significarvi che “nenti sacciu e nenti sapia” voleva chiudere al nascere qualunque tipo di conversazione e tu sapevi che anche se ti fossi perso era certamente giunto in Sicilia.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.