17 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 16.32

Nel corso dell’ultima Assemblea dei Soci

Istituto Siciliano Studi Politici ed Economici: Fabrizio Fonte entra a far parte del consiglio direttivo

11 Luglio 2019

Nel corso dell’ultima Assemblea dei Soci, tenutasi a Palermo, Fabrizio Fonte (giornalista, saggista e Presidente del «Centro Studi Dino Grammatico») è entrato a far parte del Consiglio direttivo dell’Istituto Siciliano Studi Politici ed Economici (ISSPE).

Lo storico e prestigioso sodalizio isolano, costituitosi nel 1980, ha svolto in tutti questi decenni un ruolo, attraverso l’organizzazione di convegni e la pubblicazione di volumi sulla storia, l’economia e la politica siciliana, di utile e vivificante mediazione tra politica e cultura, in un quadro istituzionale autonomista ed in una prospettiva euro-mediterranea. Del resto vi è sempre stato, tra gli obiettivi principali prefissati, il tentativo di comprendere e di delineare le possibili soluzioni ai problemi della società siciliana (lotta alla mafia e alla criminalità organizzata, riforme elettorali ed istituzionali, autonomie locali, governo del territorio, difesa dell’ambiente, sviluppo economico ed occupazione, valorizzazione dei beni culturali, sanità, vivibilità urbana, difesa della famiglia e condizione femminile). L’ISSPE negli anni si è dotato, al fine di venire incontro alle esigenze e alle richieste di studiosi e di liberi cittadini, di una biblioteca, di un archivio e di una nastroteca.

Sono particolarmente felice – afferma Fabrizio Fonte – di entrare a far parte del Consiglio direttivo dell’ISSPE, con cui ho mosso i miei primi passi da saggista. Mi spenderò, in linea con la tradizionale azione di questi primi quarant’anni, affinché – prosegue Fonte – l’attività dell’Istituto continui ad essere ispirata a criteri di scientificità, ma anche aperto alle diverse sensibilità culturali del variegato mondo intellettuale siciliano. Un ringraziamento va, infine, al Presidente Umberto Balistreri ed a tutto il Consiglio direttivo, che mi hanno voluto coinvolgere, e al contempo gratificarmi, in questa nuova avventura culturale su di una dimensione regionale“.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Palermo dai Capelli Rossi

Non sono qui oggi a parlarvi della prostituzione, non voglio mettere al centro dell’attenzione storie di novelle “bocca di rose” poiché il discorso sarebbe troppo complesso... Parlo di Palermo e dei suoi look diversi...
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.