15 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.31
Siracusa

Firmato il decreto

Istituzione Parco Archeologico di Siracusa: “È un momento storico per la nostra città”

12 Aprile 2019

Dopo la firma del decreto di istituzione del Parco della Neapolis, il sindaco di Siracusa, Francesco Italia, e dell’assessore alla Cultura, Fabio Granata, parlano di “Giornata storica”.

“Il completamento del sistema dei parchi archeologici – dicono – con la piena applicazione della legge Granata (numero 20 del 2000) e la conseguente istituzione del grande Parco archeologico di Siracusa, segna una giornata storica per la città. Il nostro pensiero corre a Sebastiano Tusa, protagonista indimenticabile di questo passaggio storico per la valorizzazione dell’Heritage”

francesco italiaA nome della Amministrazione esprimiamo apprezzamento per la fermezza del presidente Nello Musumeci nel rispettare la piena applicazione della legge scrivendo così una bellissima pagina per la Sicilia. Per Siracusa – aggiungono Italia e Granata sarà un’ulteriore accelerazione verso un destino di capitale culturale europea”.

“Adesso potremo valorizzare pienamente e in modo organizzato un patrimonio inestimabile che va dalla Neapolis al Castello Eurialo passando per le Mura dionigiane, per il Tempio di Giove e il Ginnasio romano fino al sistema delle Latomie”.

​“Auspichiamo la nomina di un direttore autorevole che possa collaborare con l’Amministrazione di Siracusa nella creazione di una straordinaria fabio granata opportunità di offerta culturale e di sviluppo economico attraverso la sapiente utilizzazione di tutti gli introiti del Parco, introiti che creeranno servizi, collegamenti, eventi e aperture prolungate e sistematiche di tutti i siti. Una grande opportunità anche per nuovi posti di lavoro qualificati per i nostri giovani e per servizi sempre più efficienti a turisti e viaggiatori.

​“Infine – concludono – siamo certi che la decisione di collegare il nostro Parco a quello di Eloro e Tellaro sarà motivo di intelligente collaborazione con l’Amministrazione di Noto, con la quale condividiamo da anni strategie comuni per il nostro Sudest: ci piace pensare che oggi nasca anche il grande Parco archeologico del Sudest. Sebastiano Tusa ne sarebbe orgoglioso”.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.