26 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 10.39
Palermo

L'incontro tra la pro loco e le istituzioni

La borgata di Vergine Maria nel degrado: presto verrà riqualificata | FOTO

21 Marzo 2019
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'
'

SCORRI LE FOTO IN ALTO

pro loco nostra donna del rotolo

La Pro Loco “Nostra Donna del Rotolo” di Vergine Maria ha incontrato, mercoledì 21 marzo 2019, il vicesindaco Fabio Giambrone, l’assessore alla Rigenerazione Urbana Maria Prestigiacomo, il responsabile area servizi alla città, Domenico Musacchia, l’ingegnere Antonio Tinè, Rup Patrimonio, l’architetto Rosa Bellanca e la dottoressa Pia Tramontana, ex consigliere comunale che da sempre segue i progetti della pro loco, per una conferenza di servizi relativa ad un progetto dell’associazione per la riqualificazione della borgata marinara di Vergine Maria.

Giambrone, preso atto dello stato di degrado della pedana in legno, “Ha confermato che entro 15/20 giorni sarà sistemata la pedana restituendo decoro allo spazio antistante la tonnara Bordonaro. Inoltre, sarà realizzato un progetto per la realizzazione di un’illuminazione presso la villetta belvedere al fine di consentire l’utilizzo del parco giochi nelle ore serali. Nuovi vasi saranno posti lungo la via Bordonaro. Per i lampioni anticati di via Bordonaro l’ingegnere Tinè ha avuto una esitazione che speriamo possa essere superata” affermano dall’associazione.

Piano triennale vergine mariaPer quanto riguarda la riqualificazione del vecchio approdo antistante la Tonnara con il relativo dragaggio “abbiamo chiesto un incontro con il sindaco Leoluca Orlando per conoscere la volontà politica in riferimento alla delibera di Giunta per una somma di 600 mila euro con l’inserimento del progetto nel piano triennale 2017/2020 delle opere pubbliche del Comune di Palermo. Il progetto e lo studio di fattibilità è già stato realizzato e le relative caratterizzazioni ambientali già effettuate nell’area portuale” sottolineano dalla Pro Loco e aggiungono che “Per riuscire a portare avanti il progetto del recupero dell’antico approdo l’architetto Giovanni Sarta, oltre all’approvazione in Giunta comunale del  finanziamento, ha richiesto la partecipazione ad un bando europeo per la riqualificazione dei porti da aggiungere alla somma precedente per consentire la piena realizzazione di tutto il progetto“.

Siamo certi che il sindaco constatato il lavoro svolto dalla Pro Loco Nostra Donna del Rotolo, attraverso le osservazioni presentate ed approvate in Consiglio Comunale all’interno del PUDM (Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo), provvederà alla somma programmata ed approvata per restituire lo scempio effettuato durante il “Sacco di Palermo“con la distruzione ambientale della Costa Nord a causa dello sversamento sul territorio della borgata dei materiali risultati dalle demolizioni architettoniche” proseguono.

“In quegli anni si è formato un promontorio (denominato localmente ‘scaricatore’) che nel tempo si è andato erodendo formando la spiaggia artificiale di Vergine Maria ed interrando l’antico porticciolo che i tonnaroti utilizzavano durante le mattanze. La riqualificazione di questo porticciolo con le sue tradizioni marinare restituirebbe dignità alla borgata marinara di Vergine Maria“.

“Si attende di conoscere la volontà politica di questa Amministrazione relativamente alla somma deliberata per il triennio 2017/19 al fine di iniziare i lavori di dragaggio” concludono dalla Pro Loco.

 

LEGGI ANCHE:

Palermo. Al via il progetto di riqualificazione dell’antico approdo della Tonnara Bordonaro | FOTO GALLERY

Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.