"La Coca-Cola dice stop agli agrumi siciliani" :ilSicilia.it

LA PROTESTA

“La Coca-Cola dice stop agli agrumi siciliani”

6 Dicembre 2019

L’azienda Coca-Cola ha finora sempre creduto e investito nella filiera agrumicola siciliana, come testimoniano questi anni di intensa collaborazione reciproca. Auspichiamo quindi che il governo e i produttori di trasformati che acquistano agrumi siciliani freschi o semilavorati trovino un punto di incontro che non penalizzi la filiera agrumicola siciliana, le imprese e i lavoratori”.

Lo afferma il Distretto agrumi di Sicilia sull’ipotesi di interruzione di approvvigionamento di succo italiano a favore di quello estero da parte di Coca-Cola, per la produzione della Fanta.

“Su plastic e sugar tax si trovi un punto d’incontro”, concludono.

 

 

LEGGI ANCHE:

Economia, tasse su contenitori e bevande zuccherate: un grido d’allarme dalla Sicilia

Tag:
Cultura
di Renzo Botindari

Musica e Qualità di Vita

Oggi questa città ha più teatri “aperti”, ma nessuno di questi è dotato di una agibilità definitiva per il pubblico spettacolo, nell’attesa di lavori che comportano serie risorse dedicate e destinate alla loro messa in sicurezza. La musica, gli spettacoli meritano e necessitano di spazi propri sia per apprezzarne in pieno la qualità, sia per garantire quella trascurata dalle nostre parti “qualità di vita”, diritto di tutti.