La crisi dell'edilizia, 36 adempimenti per l'ecobonus: "Paralizzati dalla Burocrazia" :ilSicilia.it

La crisi dell’edilizia, 36 adempimenti per l’ecobonus: “Paralizzati dalla Burocrazia”

di
30 Settembre 2020

Settore che da sempre fa i conti con ataviche storture correlate ai tempi elefantiaci della burocrazia e reduce da stagioni già complicate, l’edilizia privata a Palermo in questo momento sta facendo i conti con i sanguinosi effetti collaterali causati dal lockdown, pagando un dazio eguale se non addirittura maggiore rispetto a quelli di altri segmenti d’economia.

Nel capoluogo regionale si è assistito negli ultimi anni ad una progressiva e consistente diminuzione dei fatturati e della forza lavoro. Solamente nel primo semestre del 2019 si è registrata la chiusura di duecento imprese e la diminuzione del numero di operai che ammonta a 1227 unità. Un ciclo vizioso che nel 2020 sembra destinato purtroppo a confermarsi senza inversioni di tendenze.

Presidente Ance Palermo Massimiliano Miconi
Massimiliano Miconi

Massimiliano Miconi, presidente di ANCE  (Associazione Nazionale Costruttori Edili, ndr) Palermo e vice-presidente di ANCE Sicilia ha tracciato un quadro impietoso della situazione: “Dopo la fine del lockdown che ha bloccato drammaticamente tutto la situazione dell’edilizia è rimasta tale – ha spiegato – la ripresa non c’è stata. Ancora oggi c’è una paralisi e ritardi che riscontriamo ogni giorno. Gli sforzi della Regione e in particolare dell’assessore alle Infrastrutture Falcone sono lodevoli, si sta cercando di fare il possibile. L’imbuto  – ha proseguito – continua a essere la burocrazia e i ritardi che la stessa burocrazia, unita al lockdown per l’emergenza sanitaria, hanno inesorabilmente provocato. Il contraltare rispetto a questa situazione di paralisi e delle conseguenze devastanti che questa ha avuto è il grande lavoro che stiamo facendo a livello di associazione per mettere a regime le misure di eco, sisma e super bonus e le altre misure di riqualificazione urbana, che speriamo possano dare un grande input al settore”.

In merito alle misure di riqualificazione urbana come l’ecobonus Miconi, pur riconoscendone le potenzialità ha evidenziato come queste non siano immuni dal farraginoso ingranaggio burocratico: “Gli uffici non hanno mai avuto un accelerazione, si sono assommati ritardi a causa del blocco. Il centro studi dell’ANCE ha calcolato che ci vogliono 36 adempimenti burocratici per avviare le operazioni eco e sisma bonus e quindi l’imbuto che terrorizza il settore resta questo. I ritardi più quei passaggi che una burocrazia snella affronterebbe oggi con una certa celerità. Purtroppo questi ritardi  -ha concluso Miconi – fanno presagire una partenza a rilento anche di questa misura”.

Senza un significativo alleggerimento delle tempistiche burocratiche ,necessario per il settore a prescindere dal Covid e a maggior ragione dopo i divieti d’assembramento ad esso correlati lo scenario potrebbe, nonostante la virtuosità dei provvedimenti presi per l’edilizia e gli sforzi che si stanno profluendo in tal senso, presentare perdite ancora più sostanziose di quelle già significative degli ultimi anni.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.