19 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.56
Palermo

Guerra a colpi di dichiarazioni fra Cracolici, Marziano e Vinciullo

La gelata del 2015 diventa bufera nel 2016. Sui fondi, dichiarazioni incrociate

21 Dicembre 2016

Guerra di dichiarazioni per i due milioni di euro stanziati – e impegnati – per per risarcire le aziende agricole dei danni causati dalle nevicate dello scorso anno. Da una parte gli assessori regionali Antonello Cracolici e Bruno Marziano, dall’altra Vincenzo Vinciullo, presidente della commissione Bilancio.

I due nei giorni scorsi avevano sottolineato che la cifra corrispondesse esattamente alla stima complessiva delle pratiche ammissibili a finanziamento: 75 aziende, comprese quelle stanziate per Pachino.  “Confermiamo che il procedimento per le 75 aziende è stato avviato circa un mese fa ed è stato demandato all’Ispettorato provinciale agricoltura di sovrintendere a tale lavoro. Pertanto – hanno detto – smentiamo categoricamente le notizie diffuse secondo le quali le somme stanziate per Pachino sarebbero state destinate ad altri territori”

La gelata del 2015 diventa bufera nel 2016. Sui fondi, dichiarazioni incrociate
Vinciullo

Sul punto tuttavia giunge la replica di Vinciullo: “Per gli agricoltori erano stati inizialmente stanziati 8,8 milioni di euro dalla Legge 499/99, somma poi ridotta a 2 milioni per soddisfare le esigenze dei forestali con l’impegno di reintegrarla nella Finanziaria 2016 con fondi regionali – spiega Vinciullo – I 2 milioni sono disponibili da quasi due anni ma l’assessore Cracolici non ha aggiunto altro a quello che era già previsto, ha anzi sottratto i 4 milioni che erano stati stanziati dal Parlamento siciliano, su mio emendamento, e che, con mio Ordine del Giorno, aveva stabilito il criterio cronologico nella distribuzione delle somme, che vedeva per primo, appunto, la calamità della Zona Sud della provincia di Siracusa, nel rispetto della legge nazionale sui ristori dovuti in caso di calamità”. Secondo il presidente della commissione Bilancio “Avere ridotto a meno di un quarto la somma originariamente disponibile ha portato a questi ritardi voluti e, successivamente, alla riduzione del contributo dall’80% a meno del 40%, cosa che non viene detta, per coprire i propri comportamenti ostili alla città di Pachino”.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I lupi si travestono da nonne innocue

Il termine pedofilia (dal greco pais, fanciullo, e philìa, amore) dovrebbe significare una predisposizione naturale dell'adulto verso il fanciullo. Attenzioni che, in apparenza, sembrano dettate da amore e dedizione, possono, in realtà, mascherare un'inquietante e distruttiva perversione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.