La grande munnizza: rifiuti e discariche abusive a Palermo CLICCA PER FOTO E VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

Cassonetti stracolmi, discariche abusive, nonostante gli sforzi la città è sporca

La grande munnizza: rifiuti e discariche abusive a Palermo CLICCA PER FOTO E VIDEO

di
20 Novembre 2021

 GUARDA IL VIDEO IN ALTO 

In questi giorni migliaia di palermitani si stanno vedendo recapitare le lettere per il pagamento della Tari, la tassa sui rifiuti con scadenza il prossimo 2 dicembre. La tassa è dovuta da chiunque- si legge sul sito del Comune di Palermo-  possieda, occupi o detenga, a qualunque titolo, locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibite, suscettibili di produrre rifiuti solidi urbani ed assimilati, che insistono interamente o prevalentemente sul territorio comunale.

Le scadenze come sempre arrivano puntuali, ma spesso si scontrano con la realtà dei fatti. Basta fare due passi per Palermo per accorgersi che la città di certo non splende. Scongiurata, infatti, l’emergenza rifiuti dei mesi scorsi la Rap- l’azienda che si occupa della raccolta rifiuti in città- è corsa ai ripari potenziando il servizio di raccolta e di pulizia delle strade. Ma evidentemente questo non basta. Dal centro alle periferie è un susseguirsi di cassonetti stracolmi, di rifiuti riversati sui marciapiedi, creando delle vere e proprie discariche abusive con tanto di mobili e materassi abbandonati. Ormai si vedono ovunque passando per i diversi quartieri cittadini. Dal centro, alla Zisa, passando davanti l’Asp 6 di via La Loggia, da Boccaficalco-Baida, fino ad arrivare alle periferie di Bonagia e Borgonuovo.

GUARDA LE FOTO IN BASSO

Di certo i cittadini, in molti casi, non aiutano ma è pur vero che nonostante gli sforzi messi in atto dalla Rap la situazione è un continuo singhiozzo tra il pulito e il degrado vero e proprio.

E proprio l’emergenza dell’abbandono dei rifiuti ingombranti in città sarebbe finita, nelle scorse settimane, in un esposto alla procura della Repubblica firmato da Girolamo Caruso, amministratore unico di Rap.  Il fenomeno è ormai diventato una vera e propria piaga per la città, utilizzata come discarica.

Nonostante gli sforzi i risultati sono sotto gli occhi di tutti e a pagarne le spese sono sempre i territori e i cittadini onesti che, entro il 2 dicembre, pagheranno il saldo della Tari 2021.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Outlander e i viaggi nel tempo

Anche questa volta lo spunto per scegliere l argomento del nuovo articolo me lo ha dato una serie che sto seguendo in questo periodo con interesse crescente  : "Outlander". Sei  stagioni tutte presenti su Sky,  una serie di cui avevo sentito parlare e che più volte mi era stata

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.