La grande siccità. Palermo assetata perchè non piove più :ilSicilia.it
Banner Bibo
Palermo

Lo confermano i dati dell'Ufficio statistica del Comune

La grande siccità. Palermo assetata perchè non piove più

di
13 Gennaio 2017

Lo diceva anche una celebre scena di “Johnny Stecchino”. Oltre al traffico, «una delle piaghe di Palemmo iè la siccità. Da queste parti la terra d’estate brucia… iè sicca. Una brutta cosa». Così diceva lo zio/avvocato nel film cult di Benigni.

E la nuova conferma arriva dall’ultimo Report dell’ufficio statistica del Comune. A Palermo, infatti, nel 2016 si è registrato un calo del 40,4% di precipitazioni che sono passate da 767,6 mm del 2015 a 457,2 del 2016. Eppure rispetto all’anno precedente, si sono verificati appena due giorni in meno di pioggia: sono stati 107 su 365 del 2016 (erano 109 nel 2015).

Proprio a causa della siccità dovuta a scarse precipitazioni, la città pochi giorni fa stava per ripiombare nell’incubo, poi scongiurato, dell’erogazione a giorni alterni, come non succedeva da 13 anni.

statistiche-comune-pa-meteo-2016Il giorno con le precipitazioni più abbondanti è stato il 7 dicembre, quando sono caduti 32,4 mm di pioggia, quello più freddo invece il 16 gennaio, quando la colonnina di mercurio ha raggiunto i 5,7 gradi. Il record del caldo è stato raggiunto, invece, il 16 giugno quando il termometro ha segnato 43,6 gradi. Stando al report, nel corso del 2016, i mesi più freddi sono stati gennaio, febbraio, marzo e aprile, quelli più caldi sono stati giugno, luglio, agosto e settembre.

Frattanto, per scongiurare l’emergenza idrica, proprio ieri l’Amap ha comunicato che investirà 1,3 milioni di euro per costruire un bypass, come soluzione-tampone al problema della frana di Scillato.

Questa mattina, inoltre, su incarico del sindaco Orlando, la presidente dell’Amap, Maria Prestigiacomo ha incontrato i rappresentanti di categoria di Asa-Confartigianato, Casartigiani, Cia provinciale Cna, Coldiretti, Confapi, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti, ConfimmpresePalermo, Confindustria, Cidec e Unvap per discutere delle problematiche relative alla carenza di risorse idriche per l’approvvigionamento della città di Palermo e dei Comuni della fascia costiera.

Nel corso dell’incontro la Prestigiacomo ha spiegato le problematiche relative all’attuale situazione idrica relazionando anche sui provvedimenti in corso per scongiurare il rischio di un razionamento, chiedendo, tra l’altro, alle associazioni “di farsi portavoce a tutti quegli operatori commerciali che risulterebbero maggiormente interessati dalla turnazione e cioè ristoratori, panificatori, bar, alberghi. Il sindaco Leoluca Orlando ha confermato “l’attenzione da parte dell’amministrazione comunale affinché ci sia il massimo impegno per evitare la turnazione garantendo, nel contempo, anche una costante informazione alla cittadinanza e agli operatori commerciali”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin