23 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.42
Palermo

l'appuntamento il 17 marzo

“La Lega apre le porte”, a Palermo la manifestazione per presentare il progetto del Carroccio

15 Marzo 2019

“La Lega apre le porte” è il titolo della grande manifestazione che la Lega Salvini Premier terrà domenica 17 marzo, a partire dalle 10,30 al Teatro Al Massimo in piazza Verdi, a Palermo.

Saranno presenti, fra gli altri, Igor Gelarda, capogruppo della Lega al consiglio comunale di Palermo e responsabile enti locali Sicilia, ed Elio Ficarra, responsabile enti locali per Palermo e provincia. Interverrà il senatore Luca Briziarelli, vice presidente della commissione bicamerale sugli ecoreati.

Quello della Lega è un progetto politico nuovo per Palermo e per la Sicilia, che guarda ai territori per promuovere un’alternativa di riscatto per la nostra terra. L’iniziativa è aperta a tutti coloro che vogliono impegnarsi per cambiare Palermo, nella considerazione che il cambiamento è possibile solamente grazie al contributo di tutti.

Sarà presentato il Circolo Lega Città di Palermo, per partecipare attivamente alla vita politica cittadina con la Lega e sarà possibile procedere alla prenotazione per la tessera di iscrizione alla Lega 2019.

Saranno, inoltre, presentati i dipartimenti tematici che collaboreranno alla realizzazione del grande progetto politico della Lega e proporranno le soluzioni ai problemi che soffocano la Sicilia.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Per chi forse ha già dimenticato

“Dottore questa volta non ce l’ho fatta, non ho fatto storie, non ho permesso a loro di attaccarmi le lunghe maniche bianche dietro la schiena, non ho voluto fare il “bastian contrario” come sempre e ho preso la loro medicina. A che serviva ancora dire che non era giusto? E poi a chi? In quanti siamo rimasti? Mi sono dovuto prostrare come tutti, mi sono dovuto distrarre, avrei dovuto imparare ad essere più ipocrita, mi sarebbe bastato vendere il mio intelletto".
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Il ricordo di Falcone: un’occasione persa per una memoria condivisa

Oggi è una di quelle date che dovrebbe essere patrimonio di tutti e invece, il ricordo del giudice Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo, e degli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, è diventato l'occasione per divisioni, distinguo, accuse, veleni, lenzuoli di protesta ai balconi e contromanifestazioni.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.