La mafia voleva uccidere Beppe Lumia? Il proposito in un'intercettazione | ilSicilia.it :ilSicilia.it

A rivelarlo il giornale Grandangolo Agrigento

La mafia voleva uccidere Beppe Lumia? Il proposito in un’intercettazione

di
11 Giugno 2019

La mafia voleva uccidere l’ex senatore del Pd Beppe Lumia? Pare di sì, stando a un’intercettazione riportata in uno stralcio della sentenza di primo grado sulla cosiddetta “trattativa Stato mafia” e pubblicata sul giornale “Antimafia Duemila“. L’intercettazione viene commentata dal presidente della Fondazione Caponnetto Salvatore Calleri. Il commentatore, fra l’altro, fa riferimento a un articolo pubblicato il 1° giugno 2019 sulla testata “Grandangolo Agrigento”, intitolato “L’alleanza tra le cosche palermitane e quelle agrigentine per assassinare l’on. Giuseppe Lumia“.

Nel sottotitolo dell’articolo pubblicato sul giornale agrigentino si accenna anche ai due kalashnikov da usare per l’agguato. Nel medesimo articolo si dice che il gruppo di fuoco che voleva uccidere negli anni scorsi Lumia sarebbe sempre operativo e colui che era stato incaricato di essere il killer sarebbe tornato libero per fine pena. Il medesimo gruppo mafioso pare avesse progettato anche l’omicidio del pm Nino Di Matteo.

Ecco la parte della sentenza contente l’intercettazione:…è un fondo che si trova nella zona di Santa Flavia, dove il dottor Di Matteo hanno delle proprietà. Ma la mafia sapeva tutti i suoi spostamenti, sapeva gli spostamenti di Lumia, perché Lumia passava sempre dalla Caravella, dove Peppino di Fiore stava sempre là davanti (parola incomprensibile) e dice: come gli avevo detto pure di Lumia. Eppure mi è stato detto pure di no, in questo momento no, dice non si fa niente. Dice: ora lo vedi come siamo combinati? Quindi c’era in mente di tutto il gruppo mafioso di Bagheria di fare del male sia al dottor Di Matteo che a Lumia”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Ieri 19:26