La nave Aquarius domani a Pozzallo. Ci saranno più di 500 profughi a bordo :ilSicilia.it

I minori sono 138, dei quali 92 non accompagnati.

La nave Aquarius domani a Pozzallo. Ci saranno più di 500 profughi a bordo

di
4 Marzo 2017

La nave Aquarius della organizzazione umanitaria italo-franco-tedesca SOS MEDITERRANEE, che opera in partenariato con MSF (Medici senza frontiere) approderà domenica mattina al porto di Pozzallo con 513 profughi a bordo. Si tratta di 423 uomini e 90 donne, di cui 8 incinte. Provengono prevalentemente dalla Nigeria e dal Bangladesh, ma tra loro vi è anche un gruppo di famiglie siriane. I minori sono 138, dei quali 92 non accompagnati. 33 i bambini sotto i 13 anni: 19 hanno meno di 5 anni e 7 non hanno nemmeno un anno.

Sono tutti stati tratti in salvo nelle ultime 24 ore da 5 imbarcazioni (3 gommoni e 2 barconi) al largo delle coste libiche.

Il primo salvataggio è avvenuto giovedì mattina: 101 profughi, quasi tutti provenienti dal Bangladesh e tutti uomini, sono stati tratti in salvo da un gommone grigio. La seconda operazione è iniziata all’una del mattino di venerdì, quando il radar della Aquarius ha captato un debole segnale. Poco dopo, i soccorritori hanno avvistato un barcone di legno blu lungo una decina di metri. L’intervento si è svolto in condizioni climatiche non ottimali, con vento di 10-15 nodi e onde alte da 1 a 1,5 metri, ma comunque con buona visibilità: il barcone era in pessime condizioni e ha cominciato a rompersi quando la prima delle scialuppe di salvataggio della nave Aquarius lo ha accostato per cominciare a trasbordare i profughi. A bordo si trovavano 89 profughi, quasi tutti provenienti dal Bangladesh (73). 42 i minori, di cui 1 solo accompagnato. Hanno raccontato di avere lasciato le coste libiche alle 18.00 di giovedì. Alcuni, particolarmente provati dal freddo e deboli, anche se coscienti, sono stati subito affidati alle cure del team medico di MSF a bordo: in 4 sono ricoverati e sotto sorveglianza, ma fuori pericolo.

Foto di Marco Panzetti
Foto di Marco Panzetti

La terza operazione è iniziata invece alle 9.30 circa del mattino di venerdì: in 2h e 30 il SAR team della nave Aquarius ha soccorso simultaneamente tre imbarcazioni – due gommoni e un barcone -rilevate dal radar di bordo circa un’ora prima. “Appena ci siamo avvicinati, abbiamo notato alcune bolle fuoriuscire da uno dei due gommoni, il che significa che si stava già sgonfiando. Il gommone era affollato e abbiamo dovuto evacuare il più rapidamente possibile in primo luogo donne e bambini, e poi il resto dei passeggeri. Tutti sono al sicuro ora, è un sollievo. I salvataggi di imbarcazioni con donne e bambini sono sempre molto intensi e emozionanti anche per un equipaggio esperto.” dice Max Avis, vice coordinatore SAR di SOS MEDITERRANEE.

323 le persone che sono state complessivamente tratte in salvo dalle tre imbarcazioni: si tratta di 233 uomini e 90 donne, di cui 8 in stato di gravidanza. I minori, di cui 20 non accompagnati, sono 60 e tra loro vi sono molti bambini: 19 hanno meno di 5 anni e vi sono anche 7 neonati. La maggior parte dei passeggeri sul barcone erano siriani, diverse le famiglie con bambini piccoli, tra cui due gemelli di 8 mesi.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Deco